Menu
Cerca
Forza Italia Sanremo

Baggioli (FI) contro le ordinanze regionali “Restringenti, insostenibili e assurde”

"Fino a poco fa, Toti denunciava l'incompetenza del governo Conte per le ordinanze improvvise. Ora il film è lo stesso, ma con ordinanze regionali"

Baggioli (FI) contro le ordinanze regionali “Restringenti, insostenibili e assurde”
Altro Sanremo, 04 Marzo 2021 ore 14:47

Il coordinatore provinciale di Forza Italia, e capigruppo a Sanremo, Simone Baggioli, intervine con una lunga nota a margine delle ordinanze regionali sulle ulteriori resteizioni nei comprensori Sanremo e Ventimiglia e il conseguente botta e risposta tra il sindaco della Città dei Fiori, Alberto Biancheri e il governatore di Regione Liguria, Giovanni Toti.

 

Baggioli “Sono sconcertato”

“Sono sconcertato – scrive il capogruppo – del botta e risposta tra il Presidente della Regione Toti ed il Sindaco Biancheri. Anziché condividere scelte e soluzioni per il territorio e per il nostro tessuto sociale, proseguono con un valzer di responsabilità che poco contano in un contesto amministrativo disorganizzato quale quello che stiamo vivendo quotidianamente.”

 

“Politica distante”

“Come me, – continua – molti concittadini titolari di attività produttive, sono dimenticati da una politica, locale e regionale, distante dal territorio, non solo fisicamente ma anche operativamente parlando. Ristoratori profondamente affranti che vedono cambiare idea, in pochissimo tempo, con Ordinanze Regionali restringenti, insostenibili e assurde.”

 

“Stesso film del governo Conte”

“Non più tardi di un mese fa –  affonda – il Governatore Toti evidenziava l’incapacità organizzativa con il quale il Governo Conte cambiava idea, dodici ore prima, sull’apertura degli impianti sciistici. Ora lo stesso film con i ristoratori ma – continua – la differenza che, a cambiare tutto, è stata un Ordinanza Regionale.”

 

“Spostare il Festival”

“Oltre ai ristoratori, – spiega Baggioli – colpiti e affondati anche oggi, vi sono innumerevoli realtà che stanno soffrendo questa situazione e, mi riferisco, ai commercianti, agli stessi Taxisti, agli imprenditori lasciati soli dalla Politica che dovrebbe, invece, essere al fianco e dare supporto.”

 

“Con l’On. Mulè – spiega – avevamo tentato di promuovere lo spostamento del Festival di Sanremo di qualche mese copiando, di fatto, altri Paesi che, per venire incontro alle proprie realtà economiche, hanno posticipato importanti manifestazioni: alcuni esempi sono il Festival del Cinema di Cannes e, addirittura, il Carnevale di Rio.”

 

Confronto con Claudio Muzio

” Ieri – conclude – ho avuto modo di parlare anche con il Consigliere Regionale Claudio Muzio al quale ho chiesto una forte presa di posizione a favore del nostro comparto produttivo.La speranza unanime è quella di chiudere questo buio Capitolo e riscriverne uno nuovo dal titolo: “Attività Produttive e Politica, insieme per il rilancio”.

 

Condividi
Necrologie