Concerto negato ai migranti, Rifondazione Comunista contesta il sindaco Ioculano

Così il segretario provinciale di Rifondazione Comunista Pietro Luigi Zuccolo interviene al diniego del sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano (Pd) a tenere un concerto musicale sul lungo Roja, dedicato all'integrazione dei migranti

Concerto negato ai migranti, Rifondazione Comunista contesta il sindaco Ioculano
25 Novembre 2017 ore 15:02

“Ci vediamo costretti a rinviare l’iniziativa per senso di responsabilità, sia nei confronti di una amministrazione sorda ad ogni tentativo di migliorare le condizione di migranti e anche dei propri cittadini, ed anche incapace di affrontare in modo costruttivo le problematiche che dalla situazione di città di frontiera ne conseguono”.

Così il segretario provinciale di Rifondazione Comunista

pietro Luigi Zuccolo interviene al diniego del sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano (Pd) a tenere un concerto musicale sul lungo Roja, dedicato all’integrazione dei migranti.

“Siamo dispiaciuti ed amareggiati per il diniego dell’Amministrazione Comunale di Ventimiglia e del suo Sindaco alla nostra proposta di una manifestazione musicale e allo stesso tempo di confronto tra migranti e ventimigliesi – ancora Zuccoli -. Avevamo sperato che il primo cittadino, anziché impedire una possibilità di dialogo, avrebbe preso la palla al balzo per promuovere iniziative che potessero andare nel segno di uno scambio di opinioni, anche le più contrarie tra loro, ma espresse liberamente e senza sotterfugi”.

E poi.

“Il rinvio è reso necessario dal costo che le regole demaniali richiedono per poter utilizzare solo per qualche ora una parte di quel territorio per una iniziativa umanitaria, circa 800 euro. Preferiamo investire tale cifra per acquistare scarpe ed indumenti per chi ne ha bisogno, poiché molti migranti sono a tutt’oggi con ciabatte infradito”.

“Quale valore si può dare a un primo cittadino che chiede a noi di rinunciare ad una manifestazione in quanto ‘l’unico risultato che si otterrebbe da una tale iniziativa sarebbe l’ulteriore inasprimento degli animi nel quartiere e l’esasperazione di una ormai difficile situazione. Con la presente si richiama anche la S.V. al buon senso e alla cooperazione con le istituzioni’, se poi tale sindaco vota e fa votare in Consiglio Comunale uno sgombero immediato del Lungo Roia e progressivo smantellamento del centro di accoglienza del Parco Roja. Non ci pare che la delibera del Consiglio Comunale si richiami, come auspicato dal sindaco, al “buon senso e alla cooperazione con le istituzioni”. Rifondazione Comunista continuerà ad operare affinché vi possano essere momenti di confronto tra cittadini ventimigliesi e cittadini del mondo coscienti come siamo che il fenomeno dei rifugiati e dei migranti durerà ancora per parecchi anni”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità