Altro

Donati gli organi di Michele, deceduto in un incidente stradale

Il Policlino San Martino: "Un gesto di estremo coraggio e amore"

Donati gli organi di Michele, deceduto in un incidente stradale
Altro 22 Febbraio 2022 ore 07:53

Sono stati donati gli organi del giovane Michele Dervishaj, deceduto a soli 19 anni dopo un drammatico incidente stradale a Genova, a Rivarolo, nell’omonimo quartiere della val Polcevera.

L'ultimo gesto di generosità

"I familiari hanno deciso di donare gli organi e di rendere nota l’informazione, un gesto di estremo coraggio e amore che ha responsabilizzato oltremodo due equipe fondamentali del nostro Policlinico - ha fatto sapere l’Ospedale Policlinico San Martino -- la struttura semplice dipartimentale di Chirurgia Epatobiliopancreatica e del Trapianto di Fegato, diretta dal dottor Enzo Andorno e della struttura semplice dipartimentale di Chirurgia del Trapianto di Rene diretta dalla dottoressa Iris Fontana. Fondamentale anche l’apporto del Centro Trapianti Regionale diretto dal dottor Andrea Gianelli Castiglione, dell’equipe anestesiologica dei trapianti condotta dalla dottoressa Monica Centanaro, degli strumentisti specializzati e dei perfusionisti del Policlinico". Si è infatti innescata un’attività di sistema, su scala nazionale, con pochi precedenti, che ha prodotto in meno di 12 ore: trasporto e trapianto di rene e pancreas presso l’Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano, un trapianto di rene presso le nostre strutture che sarà definito ad ore, un intervento di split-liver (fegato) interno al San Martino con coinvolgimento dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e un trasporto in urgenza di cuore presso il Policlinico San Matteo di Pavia.

"Il mio primo pensiero va alla famiglia della giovane vittima dell’incidente – afferma il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti – per la grande generosità dimostrata, in un momento di immenso dolore. I dati della Liguria dimostrano una grande sensibilità dei nostri cittadini verso la donazione, unica possibilità di sopravvivenza per molte persone in attesa del trapianto. Questa sensibilità è strettamente e indissolubilmente legata alla solida professionalità dei nostri sanitari, con tutte le equipe impegnate in strettissima collaborazione con i colleghi degli altri ospedali coinvolti. Il Policlinico San Martino, che è stato ed è ancora hub regionale nella lotta al Covid-19, sta tornando giorno dopo giorno alla normalità confermandosi un’eccellenza italiana e non solo anche in questo settore".

"In primis ci tengo a ringraziare, a nome del Policlinico tutto, i familiari del giovane per questo straordinario atto di generosità e altruismo – sottolinea il Direttore Generale del Policlinico San Martino Salvatore Giuffrida – quanto avvenuto conferma la solidità del nostro Centro Trapianti e la professionalità dei sanitari che vi lavorano all’interno, che hanno dimostrato la capacità del San Martino di fare squadra in momenti delicati, dove i ritmi sono scanditi inesorabilmente dall’orologio e ogni minuto può valere una vita".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie