Altro
ampio fotoservizio

E' terminata la campagna "plastic free" dell'Unicef: la firma dei sindaci imperiesi per una legge regionale

Si è conclusa la campagna di raccolta firme per la Proposta di legge regionale "Per una Liguria amica dei bambini e libera dalla plastica"

E' terminata la campagna "plastic free" dell'Unicef: la firma dei sindaci imperiesi per una legge regionale
Altro Imperia, 05 Luglio 2021 ore 17:37

Si è conclusa la campagna plastica free dell'Unicef

Si è conclusa la campagna di raccolta firme per la Proposta di legge regionale di iniziativa popolare "Per una Liguria amica dei bambini e libera dalla plastica", iniziata a febbraio del 2020 e bloccata dalla pandemia. Unicef, Comitato di Imperia, ringrazia e si complimenta per l’impegno e per gli ambiti riconoscimenti di stima e cordialità. "Dobbiamo essere orgogliosi dei risultati raggiunti, qualunque essi siano - dichiara Colomba Tirari a nome del Comitato Unicef di Imperia -. Siamo stati coerenti e per una volta abbiamo messo al centro l’infanzia e l’adolescenza, ma non per fare il tiro al bersaglio, perché la centralità dell’infanzia è il cambiamento. Possiamo veramente esserne orgogliosi: del trentesimo della ratifica della Convenzione ne avevamo fatto un crocevia e abbiamo avuto ragione. La nostra stessa proposta di legge che i nostri Sindaci si sono premurati di sottoscrivere, all’art. 1 della relazione richiama giusto detta legge di ratifica".

Spiega Franco Cirio, presidente Unicef regione Liguria

"Noi, con la nostra proposta di legge, intendiamo evitare che le plastiche monouso vengano utilizzate, nella delibera europea si parla di cannucce, piatti, cotton fiock, non si legge di bottigliette di cui si fa largo uso. Ora, a prescindere che la nostra proposta prende spunto dalla plastica ma promuove la centralità dell’infanzia e dell’adolescenza come modello di sviluppo, questa delle bottigliette è veramente un tiro al bersaglio. Come mai non si chiedono le fontanelle, l’acqua del sindaco? Che fanno i ragazzi e quelli del Consiglio regionale della Liguria?".

"Alla fine di questa campagna faticosa, ma emozionante, vogliamo ringraziare tutte le persone che sono scese in campo accanto all’Unicef e le amministrazioni che ci hanno sostenuto ed aiutato in particolare - si legge in una nota -. Per Sanremo: Luca Lombardi che con Antonino Consiglio e Daniela Larese (amministratrice del gruppo Sanremo donna) hanno organizzato e presidiato il gazebo dove numerosi cittadini si sono recati con convinzione per sottoscrivere la proposta che è stata siglata in consiglio anche da tutti i consiglieri di tutti i gruppi (Luca Lombardi , Adriana Cutellè , Giorgio Trucco , Andrea Artioli , Stefano Isaia ,Giampiero Correnti ,Marco Viale , Eugenio Nocita , Patrizia Badino ,Sara Conegutti ; bellissimo incontro anche con Stefano Berrino".

Il sindaco Alberto Biancheri ha chiuso con la sua firma l’evento di Sanremo mentre l’assessore regionale Gianni Berrino lo ha aperto con la prima firma. Per Vallecrosia primo firmatario il sindaco Armando Biasi ,mentre il presidio presso Conad di Ventimiglia è stato gestito con generosità dal vicesindaco Marilena Piardi. A Ventimiglia, grazie alla vulcanica Gigliola Coppo (Nuovi orizzonti) si è istituito un punto di raccolta presso il mercato presidiato da Giuseppe e Davide Longordo e Monica Damiano nonché dl delegato dell’amministrazione Nazzari. Il nostro grazie va all’ufficio elettorale per la grande cortesia ed efficienza. Il primo firmatario in assoluto è stato il sindaco della città di confine Gaetano Scullino che ha dato il buon esempio. Bellissima esperienza a Perinaldo con un presidio istituito in Comune grazie a Bruna Muratore il primo firmatario è stato il sindaco Vincenzo Di Donato. A Santo Stefano al Mare la raccolta firme è stata organizzata e gestita dalla volontaria Unicef Giovanna Siclari coadiuvata dagli amici Lucio D’Aloisio e Ines Bulgarelli.

A Bordighera ha firmato in municipio il vicesindaco Mauro Bozzarelli

"Il volontario Unicef Raffaele Regina ha contattato l’amministrazione di Arma di Taggia dove il sindaco Mario Conio, come sempre, ha mostrato interesse per l’attività che coinvolge il mondo dell’infanzia e ha condiviso con tutta l’amministrazione la proposta Unicef che ha sottoscritto quale primo firmatario. Anche il sindaco di Camporosso , sollecitato dal vicesindaco di Vallecrosia, ha firmato coinvolgendo anche numerosi cittadini così come Ospedaletti ha risposto con il coinvolgimento della segreteria e di alcuni impiegati e funzionari".

"A Imperia è scesa in campo la bravissima Gabriella Badano neo volontaria Unicef e persona molto conosciuta sia ad Oneglia che a Porto Maurizio. Anche Seborga, grazie a Flavio Gorni, amico da sempre dell’Unicef, è stato realizzato l’evento. Molto particolare e significativa è l’esperienza di Badalucco , un paese dove l’attenzione per i bambini è molto alta , il primo firmatario , il sindaco Matteo Orengo , ha dato mandato al sindaco dei ragazzi Ancilla B. ,del Consiglio comunale dei Ragazzi , di coordinare la raccolta firme con gli altri consiglieri dei CCR inserita nell’ambito del progetto nazionale Lost in Education. Indipendentemente dal risultato che otterremo , siamo e saremo eternamente grati a tutti coloro che sono scesi in campo e ci hanno aiutato a sognare".

27 foto Sfoglia la gallery
Necrologie