Coronavirus

Ecco l’ordinanza per le misure restrittive in provincia di Imperia

Dalle scuole ai parchi: di seguito le misure dal confine fino a Santo Stefano al Mare

Ecco l’ordinanza per le misure restrittive in provincia di Imperia
Altro Sanremo, 23 Febbraio 2021 ore 16:14

Come annunciato nella serata di ieri dal governatore di Regione Liguria, Giovanni Toti, arriva la firma dell’ordinanza che mette in essere ulteriori misure restrittive – in particolare per il distretto sanitario di Ventimiglia – in alcuni comuni della provincia di Imperia, che entrerà in vigore dalle 00:00 di mercoledì 24 febbraio e sarà in vigore fino al 5 marzo compreso, nello sforzo di combattere il Coronavirus.

Chiusura delle scuole nell’ordinanza regionale

Chiudono le scuole di ogni ordine e grado per i distretti sanitari di Ventimiglia (Airole, Apricale, Bordighera, Camporosso, Castel Vittorio, Dolceacqua, Isolabona, Olivetta San Michele, Perinaldo, Pigna, Rocchetta Nervina, San Biagio della Cima, Seborga, Soldano, Vallebona, Vallecrosia e Ventimiglia) e di Sanremo (Badalucco, Bajardo, Castellaro, Ceriana, Molini di Triora, Montalto-Carpasio, Ospedaletti, Pompeiana, Riva Ligure, Sanremo, Santo Stefano al Mare, Taggia, Terzorio e Triora).

Mini lockdown  nel comprensorio di Ventimiglia

A causa della vicinanza con la Costa Azzurra (che registra un’incidenza di 2,5 casi ogni 1.000 persone) nella quale l’allerta per il Coronavirus è massima e all’impennata di casi nell’estremo ponente ligure, dovuti in gran parte al traffico con la Francia, per il distretto sanitario di Ventimiglia sono previste ulteriori misure, anche se il resto della regione dovesse eventualmente tornare in zona gialla a partire dalla prossima settimana.

Nello specifico:

  • Dalle ore 21:00 fino alle ore 5:00 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero di salute.
  • Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti gelaterie e pasticcerie). Restano consentiti l’asporto fino alle ore 18:00 e la ristorazione con consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico sanitarie.
  • Chiusura degli esercizi di vicinato alimentare, degli artigiani alimentari, delle medie e delle grandi strutture di vendita dalle ore 18:00 fino alle 8:00 del giorno successivo. Possono restare aperte oltre la fascia oraria le attività sopracitate nelle quali sia garantito che non siano vendute bevande alcoliche di qualsiasi gradazione.  E’ comunque sempre ammessa la vendita con consegna a domicilio.
  • Divieto di manifestazioni pubbliche e private: lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è consentito solo in forma statica e con le adeguate misure di distanziamento e contenimento.
  • Divieto assoluto di assembramento.

Parchi gioco blindati e guerra agli assembramenti

L’ordinanza da mandato ai sindaci di intervenire con ulteriori misure restrittive nel caso siano individuate criticità locali. Anche nel distretto di Sanremo, i sindaci hanno mandato di disciplinare l’accesso a pubbliche vie o piazze, finanche alla chiusura, nelle quali sia impossibile evitare assembramenti. E’ vietato l’accesso – in entrambi i distretti coinvolti –  ai minori, anche se accompagnati da conviventi, l’accesso alle strutture di gioco attrezzate.

Il testo dell’ordinanza

Ordinanza Regione Liguria n.5 del 23 febbraio 2021

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli