Enrico Ioculano “Perse due settimane, pretendiamo più rigore da Toti”

"Ogni giorno perso, infatti, si traduce in proporzione in mancate erogazioni di cure e visite ordinarie, ospedalizzazioni, terapie intensive e decessi"

Enrico Ioculano “Perse due settimane, pretendiamo più rigore da Toti”
Altro Ventimiglia, 20 Febbraio 2021 ore 09:02
“Abbiamo perso 15 giorni per la mancanza di fermezza e il poco coraggio del Presidente Toti” dichiara il consigliere regionale Enrico Ioculano.

“Nei giorni scorsi i nuovi contagi della Asl1 superavano addirittura quelli della Asl3 nonostante la differenza profonda del numero di abitanti”

Da oltre due settimane è evidente la consolidata tendenza di aumento dei contagi nella provincia di Imperia e in particolar modo nell’estremo ponente. Nei giorni scorsi i nuovi contagi della Asl1 superavano addirittura quelli della Asl3 nonostante la differenza profonda del numero di abitanti.
Siamo in zona arancione, un sostanziale limbo, dove la mobilità è limitata, le attività economiche ottengono incassi risibili ma soprattutto dove l’indice del contagio non decresce in modo massiccio e necessario. Se a fronte della preoccupante diffusione del contagio nella Provincia di Imperia, il presidente Toti avesse fatto una scelta di maggior rigore, oggi intravederemo la zona gialla invece di restare in questo stato di agonia che peraltro si prospetta anche per il futuro”.
“Chiediamo alla Regione che non si commetta nuovamente l’errore che ho sottolineato il 9 febbraio in assemblea regionale: che il Presidente prenda una decisione e la comunichi in modo tempestivo in modo che tutti possano organizzarsi e che il carico sulle strutture sanitarie si sgravi”.
“Ogni giorno perso, infatti, si traduce in proporzione in mancate erogazioni di cure e visite ordinarie, ospedalizzazioni, terapie intensive e decessi”.
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli