Altro
L'INTERVISTA

Festival di Sanremo, Costa: "Fondamentale ruolo di musica e tv durante pandemia"

“Musica, televisione e cinema, hanno tenuto compagnia agli italiani, forse nel momento più difficile, nel periodo del lockdown"

Festival di Sanremo, Costa: "Fondamentale ruolo di musica e tv durante pandemia"
Altro Sanremo, 03 Febbraio 2022 ore 13:03

"Fondamentale il ruolo della musica e della televisione in pandemia"

“Musica, televisione e cinema, hanno tenuto compagnia agli italiani, forse nel momento più difficile, nel periodo del lockdown; ma anche nel periodo di dolore, nel consolare tante persone che da questo Covid hanno perso affetti e famigliari. Dobbiamo riconoscere il ruolo fondamentale che hanno avuto la musica, la televisione e lo spettacolo credo sia giusto a essere grati a questo mondo”.

Dallo stand del ministero della Salute, a Sanremo, il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, parla anche di spettacolo. “Siamo all’inizio di una nuova fase e certamente il Festival coincide con questa - ha aggiunto -. La mia presenza oggi qui a Sanremo è un modo per dire grazie al mondo della musica e dello spettacolo, perché forse non è stato detto a sufficienza, ma immaginiamo quanto sono stati importanti la musica, la televisione e il cinema, in un momento complicato per i cittadini italiani”. E ancora: "Fortunatamente, i dati fanno pensare che la situazione migliorerà ancora nelle prossime settimane e credo che essere al Festival di Sanremo, nuovamente col pubblico in presenza, rappresenti un segnale di fiducia per tutti i cittadini italiani”.

Il sottosegretario gioca a FantaSanremo, ecco chi ha scelto

“Ho preparato una squadra con il mio collaboratore ed ho scelto due elementi: il capitano, Morandi, non fosse altro perché  è un maratoneta come me e quindi per spirito di solidarietà ed Emma”. Il sottosegretario alla Sanità, Andrea Costa, non nega do giocare a “FantasSanremo”. “Giovanni (riferito al proprio collaboratore, ndr), ha scelto altri tre cantanti: Truppi, la Rappresentante di Lista e  il terzo mi sfugge. Siamo messi male in classifica generale e speriamo di recuperare posizioni nelle prossime giornate”. 

"Per restrizioni, necessario completare ciclo vaccinale"

“Credo che si debba ragionare col buon senso. Oggi nel nostro Paese c'è ancora bisogno di osservare le regole, perché dobbiamo completare la campagna di vaccinazioni. Non dobbiamo dimenticare, che le evidenze scientifiche ci dicono come sia la terza dose a darci la protezione effettiva nei confronti del virus".

E ancora: "Abbiamo ancora circa 14 milioni di terze dosi da somministrare - ha poi aggiunto - perché siamo a 34 milioni, a fronte dei 48 milioni di cittadini vaccinati". E ancora: "Se procediamo con questo ritmo è ragionevole pensare che nell’arco di un mese o quaranta giorni possiamo completare la somministrazione delle terze dosi. Dobbiamo ovviamente dire agli italiani, che è importante ricevere la dose booster, dopodiché ritengo che si possa immaginare per quel periodo, e quindi per il 31 marzo, di pensare seriamente a non prorogare più lo stato di emergenza”.

4 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie