Altro
Sanità

Futuro del Saint Charles di Bordighera. Toti: "Siamo in contatto con i nuovi gestori"

"Una volta raggiunta l’intesa con il socio privato, sarà cura di Regione Liguria illustrarlo, prima di ogni altro adempimento, ai sindaci del territorio"

Futuro del Saint Charles di Bordighera. Toti: "Siamo in contatto con i nuovi gestori"
Altro 13 Aprile 2022 ore 17:42

Le rassicurazioni del Presidente Toti

“In relazione alle notizie di stampa riguardanti l’ospedale di Bordighera e in risposta alla lettera inoltrata dal sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino con i sindaci del distretto 1 imperiese sulla sorte del Saint Charles ci preme chiarire che in queste ore siamo in contatto con Iclas-Villa Maria, aggiudicatario della gara tenutasi ormai tre anni fa per la gestione dell’ospedale e per la conseguente apertura dei servizi necessari alla cittadinanza, primo tra tutti il Pronto Soccorso. Il Covid e il tempo trascorso tra l’assegnazione della gara, la stipula del precontratto e l’attuale situazione necessitano di una serie di chiarimenti sull’operatività dell’ospedale che sono in corso di definizione con contatti continui tra Alisa, il dipartimento Salute della Regione Liguria e i propri tecnici, sia sanitari sia legali”. Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in merito alla lettera inoltrata dal Sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino sul futuro del Saint Charles.

“Riteniamo si possa arrivare già nei prossimi giorni ad avere tutti i chiarimenti necessari – ha aggiunto il presidente Toti -, ovviamente tenuti presenti quelli che sono i limiti della gara e degli impegni reciprocamente presi. Una volta raggiunta l’intesa con il socio privato, sarà cura di Regione Liguria illustrarlo, prima di ogni altro adempimento, ai sindaci del territorio. Riteniamo che questo debba essere fatto nelle prossime settimane come l’accordo prevede e non vi è alcuna divergenza di valutazione circa la situazione attuale tra Regione, Asl e socio privato incontrato più volte. Ovviamente ognuno dovrà rispettare gli accordi presi durante la gara, altrimenti sarebbe impedita la stipula del contratto stesso.
Come più volte anticipato ai sindaci del territorio dove vi fossero problemi o impedimenti per il proseguo del percorso tracciato, fatto di cui oggi non abbiamo nè notizia nè evidenza, sarà cura dell’assessore alla Sanità discuterne con i sindaci del territorio di concerto con la Asl competente per trovare tutte le soluzioni che rispondano ai bisogni della cittadinanza. Ritengo che in una fase delicata di definizione della situazione di fatto e di diritto dell’ospedale sia opportuno evitare voci e polemiche che possano generare fraintendimenti, incomprensioni ed allarmi nella popolazione dal momento che non ve ne è alcun bisogno”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie