Altro
Taggia

Nuovi giardini Madonna del Canneto: dopo la presentazione sono ancora chiusi

"Nonostante la presentazione propagandistica da parte del Sindaco di questa opera, ci domandiamo per quale ragione, invece di creare dei nuovi giardini per bambini non si sia optato per rinnovare i giardini già preesistenti di Taggia"

Nuovi giardini Madonna del Canneto: dopo la presentazione sono ancora chiusi
Altro Taggia, 29 Maggio 2022 ore 11:50

Le parole del segretario Pd Oggero e di Davide Caldani

Il 20 Maggio scorso abbiamo assistito alla presentazione con un video virale dei nuovi giardini sotto la chiesa della Madonna del Canneto: un'opera ritenuta dall'Amministrazione molto importante, non solo per quanto riguarda la riqualificazione della zona ma anche per dare un nuovo spazio a bambini e ragazzini per divertirsi. Per quanto importante riqualificare la zona e creare spazi per i giovani di Taggia ci sentiamo in dovere di sottolineare come questa area a parer nostro non dovesse essere utilizata per la creazione di un giardino per bambini ma bensì per un "giardino monumentale" dedicato ai caduti della prima e seconda guerra mondiale con targhette, statue e cartelloni permettendo così una sorta di cammino culturale all'interno del giardino stesso.
Aldilà della nostra idea ci saremmo aspettati però che l'amministrazione intervenisse su tutta l'area anche in corrispondenza della chiesa stessa magari con un impianto di illuminazione in modo da poterla visitare anche nelle ore notturne.

Di fatto il giardino a distanza di nove giorni dalla presentazione via social risulta ancora chiuso per lavori nonostante il sindaco abbia detto sia "Pressoché terminato", annunciando orgogliosamente di aver restituito uno spazio promesso ai cittadini. ( Promesso ma non da programma: nella relazione finale si può chiaramente leggere che l'opera è stata inserita tra quelle "fuori programma " )

Abbiamo constatato di persona la situazione dopo una segnalazione di alcuni abitanti che pensavano che i giardini fossero aperti. Il cancello era chiuso ma i ragazzini erano già lì: salto del muretto alla vecchia maniera e via a giocare nei nuovi giardini. Nonostante la presentazione propagandistica da parte del Sindaco di questa opera, ci domandiamo per quale ragione, invece di creare dei nuovi giardini per bambini non si sia optato per rinnovare i giardini già preesistenti di Taggia, come quelli del lungo Argentina che versano in condizioni pietose. Dopo un'ultima segnalazione di un paio di mesi fa riguardante la fontanella d'acqua che aveva perdite si è infatti intervenuti non per ripararla ma bensì per chiuderla definitivamente: solito modus operandi dell'amministrazione: meglio creare da zero che innovare o rinnovare ciò che c'è già.

5 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie