Altro

Pizzaiolo alla sbarra al processo per il rogo del ristorante

Si è aperto, stamani, davanti al giudice Laura Russo, di Imperia, il processo contro un pizzaiolo, di 50 anni, agli arresti domiciliari, nell’agosto scorso

Pizzaiolo alla sbarra al processo per il rogo del ristorante
Altro Imperia, 18 Febbraio 2019 ore 16:22

Pizzaiolo

Si è aperto, stamani, davanti al giudice monocratico Laura Russo, di Imperia (in sostituzione di Massimiliano Botti), il processo contro un pizzaiolo, di 50 anni, Vincenzo Pinna, sottoposto agli arresti domiciliari, nell’agosto scorso, dalla polizia, in quanto riconosciuto colpevole dell'incendio messo a segno la notte del 28 febbraio del 2018, alla pizzeria "I Nomadi 2", di Pontedassio, nell'immediato entroterra di Imperia. Nel corso dell’udienza, il giudice ha fissato al prossimo 17 giugno il conferimento dell’incarico allo studio dell’ingegnere Taricone, per la trascrizione delle intercettazioni telefoniche. Il 18 novembre, invece, è prevista l’apertura del dibattimento con i testi del pm.

Le indagini

Pinna, che abitava in un appartamento dello stesso stabile, anch'esso distrutto dalle fiamme, si dichiarò disperato per l’accaduto. Tuttavia, le indagini della Squadra Mobile di Imperia hanno sconfessato l'alibi fornito dall'uomo che al momento dell'accaduto aveva detto di trovarsi in un'altra località, situata a chilometri di distanza. Gli investigatori hanno, invece, dimostrato, che nei minuti immediatamente precedenti e successivi all'incendio, l'uomo si trovava nelle strette vicinanze.

I fatti

Nei suoi confronti il gip del tribunale di Imperia ha applicato la misura degli arresti domiciliari, eseguita ieri sera dal personale della Questura di Imperia. Nell'incendio rimasero danneggiati due appartamenti oltre alla pizzeria e al suo dehor. Indagini sono in corso per risalire al movente. Determinanti sono stati le immagini di decine di telecamere, sia pubbliche che private, utilizzate per ricostruire gli spostamenti del pizzaiolo e i rilievi della polizia Scientifica.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie