Altro
La presentazione sabato 5

Serena e Saverio (paraplegico), la toccante storia diventa un libro

Un testo che racconta col sorriso la convivenza con la paraplegia

Serena e Saverio (paraplegico), la toccante storia diventa un libro
Altro 27 Ottobre 2022 ore 13:54

Sarà presentato sabato 5 novembre il libro di Serena Surace "Due cuori e una scintilla...quando gli opposti mettono su famiglia". Un racconto addirittura scanzonato, che descrive la storia d'amore dei due protagonisti (l'autrice e il suo compagno), quando la paraplegia è drammaticamente entrata nella loro vita. Un inno alle asperità che rafforzano il legame tra due anime gemelle.  Ecco la storia di Serena e Saverio.

 

Serena e Saverio raccontano la loro storia d'amore

L'appuntamento è fissato per le 16:30 nella sala della Biblioteca Civica Aprosiana di Ventimiglia dedicata a Emilio Salgari. Serena sarà accompagnata dall'amore della sua vita Saverio Di Bari, coprotagonista del libro: entrambi saranno intervistati da Diego Marangon di Liber Teatrhum, che ha collaborato con la Città di Ventimiglia all'organizzazione dell'incontro.

 

 

Il volume

Il libro racconta la storia d'amore -non affatto semplice- tra Serena, ora  impegnata nel web marketing e Saverio, noto in provincia e oltre per le imprese in handbike, costretto su una sedia a rotelle dal 2001, quando un incidente in bicicletta lo ha reso paraplegico. Comprimari, i complici della coppia, i figli Dennis e Gaia.

 

«Il testo -comunicano gli organizzatori- segue le tappe fondamentali di questa incantevole storia, nata dal bisogno dell’autrice di parlare con un sorriso della prospettiva di chi non vive la paraplegia in prima persona, ma in seconda. Così, cercando di smascherare e rinunciare alle tentazioni vittimistiche che potrebbero nascere da tale quotidianità, Serena ne svela molti retroscena anche entusiasmanti e divertenti»

 

Serena e Saverio: chi sono.

«Lui -scrive Marangon- , conosciutissimo e ormai famoso non solo in città per le sue imprese sportive in handbike, ciclista di nascita e costretto su una carrozzina dal 2001, intrepido, inguaribile, competitivo e arguto. Lei, dapprima bambina maschiaccio mai sazia di avventure, poi ragazza appassionata di pattinaggio, basket e calcio; infine moglie, madre e professionista del marketing digitale. Uniti da un “colpo di fulmine” per lei e da un “lento innamoramento per lui”, insieme fanno scintille ma lontani non possono stare.»

 

L'autrice

Laureata in Marketing e Comunicazione d’Azienda presso l’Università di Urbino, l'autrice ha dovuto superate la prova di vedere la sua anima gemella, ciclista,  affrontare la nuova realtà della paraplegia dopo l'incidente. Ora Serena  lavora come web specialist e account manager per un’agenzia della riviera del Ponente Ligure. E' anche volontaria dell'associazione Noi4You,  sportello di ascolto e aiuto contro la violenza di genere, nato per affermare il valore della donna nella società.

Seguici sui nostri canali
Necrologie