Attualità
Lo studio

Il desiderio sessuale aumenta se si dividono le faccende domestiche

La questione esplorata dalla Swinburne University of Technology di melbourne sul Journal of Sex Research

Il desiderio sessuale aumenta se si dividono le faccende domestiche
Attualità Imperia, 17 Ottobre 2022 ore 12:49

Il desiderio sessuale è maggiore nelle coppie che si aiutano nei lavori di casa. Il ruolo chiave delle faccende domestiche nello studio condotto dal  Dipartimento di Scienze Psicologiche della Swinburne University of Technology  (istituto australiano con sede a Melbourne) pubblicato quest'anno  sul Journal of Sex Research.

 

Lo studio australiano: il desiderio sessuale aumenta con l'aiuto nelle faccende domestiche

I numeri dello studio: le ricercatrici australiane - Eva Johansen, Astrid Harkin, Fionna Keating, Amelia Sanchez e Simone Buzwell- hanno condotto l'esperimento  (titolato  Fairer Sex: The Role of Relationship Equity in Female Sexual Desire) prendendo in esame un campione composto da 299 donne di età diverse, comprese tra i 18 e i 39 anni, richiedendo di compilare un questionario con domande mirate ad esplorare la correlazione tra le faccende domestiche (come fattore di relazione)  e la consistenza del desiderio sessuale.

 

I risultati raccolti delle ricercatrici australiane

Chiaro il risultato: le donne in una coppia impegnata in una relazione paritaria hanno una vita sessuale più attiva. D'altro canto, non solo l'affiatamento è minore per le coppie a "senso unico", ma addirittura diminuisce nel tempo nel caso in cui solo una delle due parti sia attivamente impegnata nell'espletamento delle faccende domestiche.

 

I risultati dello studio sul desiderio sessuale

«Come ci aspettavamo -si legge nelle conclusioni dello studio pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Sex Research- , l'equità, intesa come fattore di soddisfazione della relazione, si è dimostrata correlata a un maggiore desiderio sessuale di coppia. Non sono state registrate particolari mediazioni con il desiderio solitario, a indicare che i fattori di relazione potrebbero non esercitare un ruolo critico in quel campo, un risultato che dimostra  la necessità di esplorare ulteriormente la divergenza tra i due campi del desiderio. Questi risultati solidificano la nozione del desiderio sessuale femminile come un costrutto sfaccettato e presentano significative implicazioni per la teoria, la ricerca e l'esercizio clinico».

 

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie