Attualità
Motori

Il Rallye di Sanremo deve tornare nei circuiti europei

Veronica Russo “Ridare alla manifestazione gli splendori di un tempo farà tornare tanti appassionati e tifosi con un forte impatto sia sul turismo che sull’economia del nostro territorio”

Il Rallye di Sanremo deve tornare nei circuiti europei
Attualità Sanremo, 22 Dicembre 2022 ore 10:58

“Il rientro del Rally di Sanremo nei circuiti europei e mondiali significa ridare a questa manifestazione gli splendori di un tempo e rappresenta una valida possibilità per far tornare tanti appassionati e tifosi con un forte impatto sia sul turismo che sull’economia del nostro territorio”, così la consigliera regionale di Fratelli d'Italia Veronica nell'ordine del giorno, presentato oggi in Consiglio regionale, con cui chiede al Presidente e alla Giunta regionale della Liguria di impegnarsi a provvedere, nei prossimi provvedimenti di bilancio allo stanziamento di risorse destinate a Manifestazioni Sportive e Grandi Eventi, a garantire la partecipazione del Rally di Sanremo al Campionato Europeo e Mondiale.

La Regione stanzi risorse per il Rallye di Sanremo

“Nel 2022  il Rally di Sanremo è stato ufficialmente inserito nella lista delle gare messe sotto osservazione dal Wrc Promoter che sarebbe pronto a riproporlo nel calendario del Campionato Europeo della Fia a partire dal 2023: questa circostanza sembra aprire uno spiraglio alla volontà espressa dagli organizzatori del Rally di Sanremo di  rientrare nel giro internazionale – spiega Russo – La mia richiesta è motivata dalla grande difficoltà a reperire risorse da parte di sponsor pubblici e privati, anche in considerazione della complicata situazione economica derivante dal post pandemia e dal conflitto bellico russo-ucraino”.
Il Rally di Sanremo è una manifestazione nata nel 1928 e andata avanti fino al 1937, anno in cui venne interrotta per riprendere nel 1961. Da questa data e ininterrottamente fino ai giorni nostri esso ha fatto parte in particolare dei Campionati Mondiali – WRC (dal 1973 al 2003), Europei – ERC (dal 2009 al 2011) ed Italiani – CIR (dal 2012 al 2022). La gara, nel periodo di maggiore splendore (dal 1979 al 1996), si svolse anche al di fuori del territorio ligure (Piemonte, Toscana e Umbria), scelta apprezzata non solo dai piloti ma anche dagli spettatori, tanto che la competizione matuziana acquistò un ruolo di prestigio nel panorama internazionale.

“E' interesse di tutta la Liguria che il Rally di Sanremo riacquisti quel prestigio che è andato scemando dal 2003, momento in cui la gara è uscita dai circuiti dei Campionati Mondiali ed ha passato il testimone alla Sardegna”, conclude Veronica Russo.

Seguici sui nostri canali
Necrologie