Attualità
L'entroterra sotto i riflettori

Pieve di Teco protagonista delle Giornate Fai d'Autunno

Da Palazzo Manfredi al teatro salvini: ecco i segreti svelati in occasione della ricorrenza

Pieve di Teco protagonista delle Giornate Fai d'Autunno
Attualità Valli Imperiesi, 13 Ottobre 2022 ore 13:34

Sabato 15 e domenica 16 ottobre 2022 tornano, per l’undicesima edizione, le Giornate FAI d’Autunno, il grande evento di piazza che il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS dedica ogni anno, d’autunno, al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese, animato e promosso dai Gruppi FAI Giovani. Quest'anno, la Provincia di Imperia vede Pieve di Teco, nell'entroterra imperiese, come protagonista.

 

Le proposte per le Giornate Fai d'Autunno

Sono oltre 700 le proposte in 350 città d’Italia, in tutte le regioni: meraviglie da scoprire, nascoste in luoghi poco conosciuti e solitamente inaccessibili, che raccontano storia e natura dell’Italia, spaziando dall’archeologia all’architettura, dall’arte all’artigianato, dalla tradizione alla memoria, dall’antico al moderno, dalla città alla campagna.

 

Pieve di Teco alle Giornate Fai di Autunno

«Pieve di Teco -si legge nella nota diffusa dal Fai per anticipare l'evento-  nell'alta Valle Arroscia è da secoli un importante centro di commercio al crocevia di strade che uniscono Liguria e Piemonte: da pieve altomedievale, fulcro di civiltà nel territorio, divenne nel tempo una città al servizio della Repubblica di Genova con portici, castello, mulini e frantoi. Il suo ricco patrimonio artistico e architettonico, con i vigneti e gli oliveti delle sue colline, testimoniano l'importanza che Pieve ebbe e tuttora ha nella cultura e nell'economia del Ponente Ligure.  L'attuale borgo nacque nel 1233 per volontà dei marchesi di Clavesana, dove già esisteva un fortilizio militare e un piccolo borgo rurale. Pieve passò sotto il governo della Repubblica di Genova nel 1386 e assunse rapidamente importanza commerciale e di controllo strategico del territorio al confine coi domini piemontesi dei Savoia».

 

I segreti di Pieve di Teco visitabili nell'occasione

Durante le Giornate FAI d'Autunno sarà possibile visitare sei luoghi solitamente chiusi e non aperti al pubblico - il piccolissimo Teatro Salvini, la Chiesa della Madonna della Ripa con la mostra temporanea Onde barocche, il rinascimentale Chiostro degli Agostiniani, Palazzo Borelli, l’Albergo dell’Angelo e, in esclusiva per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà in loco, Palazzo Manfredi, dimora privata quattrocentesca che ha mantenuto inalterato il suo splendore .

 

L'escursione fino alla Madonna dei Fanghi

I partecipanti potranno anche partecipare a una passeggiata naturalistica fino al Santuario della Madonna dei Fanghi, con prenotazione obbligatoria al numero 391/1042608 (Antonella) o imperia@faigiovani.fondoambiente.it lasciando nome, cognome, recapito telefonico, indirizzo mail.

Seguici sui nostri canali
Necrologie