Protagonista una famiglia ucraina

Un caso curioso quello occorso nel fine settimana a una famiglia ucraina arrivata in città per sfuggire dalla guerra.  Papà, mamma e bimbo di pochi mesi avevano parcheggiato la propria auto in Via Roma sul "carico e scarico" e erano andati in centro.

Durante i normali controlli gli agenti della polizia municipale hanno provveduto a multare il veicolo mettendo anche le ganasce. Al loro rientro la famiglia si è trovata la brutta sorpresa e ha contattato i vigili. Una volta arrivati sul posto, dopo il pagamento di una quota per poter levare i blocchi, la famiglia per evitare il sequestro dell'auto doveva pagare anche la contravvenzione. E qui arriva il gesto di solidarietà da parte degli agenti della municipale. Al momento del  pagamento della contravvenzione il capofamiglia si è accorto di non avere più credito sulla sua carta. A quel  punto le due vigilesse presenti, capendo la situazione, hanno deciso di pagare loro la contravvenzione alla famiglia che ha ringraziato per l'aiuto