Cronaca

Ventimiglia: i 105 anni di Elvira Rebaudi, nonna "social" con 400 follower su Facebook/ Video e foto

Con un grande festa di compleanno, alla presenza del figlio Gigi, dei nipoti, Massimo e Diana e degli amici e parenti più stretti, oggi, Nonna "Elvira" Rebaudi, originaria di Castelvittorio, ha festeggiato 105 anni.

Ventimiglia: i 105 anni di Elvira Rebaudi, nonna "social" con 400 follower su Facebook/ Video e foto
Cronaca Ventimiglia, 02 Ottobre 2017 ore 16:22

Con un grande festa di compleanno, alla presenza del figlio Gigi, dei nipoti, Massimo e Diana e degli amici e parenti più stretti, oggi, Nonna "Elvira" Rebaudi, originaria di Castelvittorio, ha festeggiato 105 anni.

Un traguardo, sicuramente, di tutto rispetto. Elvira, infatti, "reginetta" di Facebook, grazie al "reality" del figlio Gigi che racconta, giorno per giorno la mamma centenaria, ha conquistato centinaia di "follower", più di quattrocento.

Insomma, una nonna "social", con un passato da raccontare, al quale potremo dedicare un libro o una storia a puntate. Da quando, ancora piccolina, ad esempio, per prendersi il diploma di quinta elementare, andava a piedi da Castelvittorio (dove si arrivava solo alla quarta elementare), fino a Pigna, attraversando le mulattiere che univano i due paesi dell'alta val Nervia, accompagnata dal suo mulo "Pippo".

E che dire, poi, quando negli anni Quaranta del secolo scorso, rischiò di essere uccisa dai partigiani, soltanto perchè lavorava in Comune (a Castelvittorio) e, per questo motivo, era stata scambiata per fascista (all'epoca, infatti, non si poteva avere un pubblico impiego, se non si era tesserati).

Ma nonna Elvira fu costretta a sottoscrivere quella tessera, perchè proveniente da una famiglia povera, che aveva bisogno di lavorare. E quello era l'unico modo per avere un'occupazione.

Elvira si sposò con Anacleto Ferrara, un maestro di Napoli col quale fu amore a prima vista. Nel dopoguerra si trasferì a Ventimiglia, dove lavorava come economa per l'Opera Nazionale Maternità e Infanzia (Omni), che prestava assistenza ai tanti immigrati del meridione che salivano al nord.

La ricetta di lunga vita? "Non provare odio e rancore per nessuno, essere generosi, volere bene a tutti". Nonna Elvira che non si fa mancare mai un bicchiere di vino a tavola, ha sempre puntato ad una alimentazione "bio", ma di quelle "vecchia maniera", con i prodotti della campagna e quelli a "chilometri zero". Dotata di una memoria di ferro, ancora oggi non nasconde l'amore per lo studio. Davanti alle telecamere non si spaventa e recita la sua poesia preferita: "Il Toraggio", da lei stessa composta e dedicata all'omonima montagna.

IL VIDEO DELLA TORTA 

In arrivo più tardi anche un secondo video con l'intervista

9 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie