26 gennaio: Prima giornata del Sacrificio alpino

L'annuncio del deputato Edoardo Rixi dopo l'approvazione alla Camera della proposta della Lega

26 gennaio: Prima giornata del Sacrificio alpino
26 Giugno 2019 ore 07:34

26 gennaio: Prima giornata del Sacrificio alpino

L’annuncio del deputato  Edoardo Rixi dopo l’approvazione alla Camera della proposta della Lega

“Il prossimo 26 gennaio celebreremo la prima giornata del Sacrificio alpino, un riconoscimento importante al Corpo militare che in tantissime situazioni, si è distinto per altruismo, senso di comunità, professionalità e solidarietà, sempre in prima linea anche in situazioni di emergenza in soccorso delle popolazioni colpite da eventi calamitosi. Ricordo la loro presenza operosa e fattiva dopo il crollo del ponte Morandi e in operazioni di soccorso in montagna”. Lo dichiara il deputato della Lega e componente della commissione Difesa alla Camera Edoardo Rixi in merito all’istituzione della Giornata nazionale della memoria e del sacrificio alpino, con l’approvazione oggi alla Camera della proposta di legge della Lega, primo firmatario Guglielmo Golinelli

. “Il sacrificio degli alpini – continua Rixi – si è dimostrato determinante nella storia in situazioni belliche, ma è anche diventato simbolo di valori, di etica, di partecipazione civile, di solidarietà e volontariato in attività di soccorso, con tempestività. L’affetto degli italiani verso gli alpini si manifesta poi in occasione dei raduni dell’Associazione nazionale alpini, che richiamano tuttora centinaia di migliaia di partecipanti e ogni iniziativa, anche nei piccoli centri, è un appuntamento fisso di ritrovo per le nostre comunità, dall’entroterra alla costa”.

Si è scelta come data il 26 gennaio in ricordo di una delle più importanti battaglie, a Nikolajewka, che videro in prima linea il Corpo d’armata alpino durante la seconda guerra mondial

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei