Cronaca

A RISCHIO DI AGIBILITA' I PONTI DEL NOSTRO ENTROTERRA: "BLITZ" DELLA PROVINCIA/ CRITICITA' AD ARMO E VESSALICO

A RISCHIO DI AGIBILITA' I PONTI DEL NOSTRO ENTROTERRA: "BLITZ" DELLA PROVINCIA/ CRITICITA' AD ARMO E VESSALICO
Cronaca Golfo Dianese, 25 Maggio 2017 ore 13:21

Imperia - Sono a "fine vita" e, quindi, a rischio di crollo gran parte dei ponti dell'entroterra imperiese. A comunicarlo è il dirigente della polizia provinciale Giuseppe Carrega, che in tre casi ha disposto una limitazione di peso della portata: da diciotto a tre tonnellate e mezzo. Il provvedimento è stato assunto per i ponti di collegamento dei Comuni di Armo e Vessalico e per un terzo ponte, sul rio Bavera, che appartiene per metà alla provincia di Imperia (Monesi di Triora) e in parte al Comune di Briga Alta, in provincia di Cuneo.

A questi si aggiunge, inoltre, il ponte del Comune di Dolcedo, la cui portata è a rischio. "Per quanto riguarda i ponti abbiamo moltissimi problemi - spiega Carrega -. Molti, infatti, vennero costruiti in calcestruzzo, negli anni Settanta e Ottanta del secolo scorso.

A ciò si aggiunge la mancanza di una corretta manutenzione, con interventi di natura restaurativa". Prosegue Carrega: "Da una parte abbiamo evidenziato queste criticità e dall'altra mancano i fondi per risolvere. Per questo motivo abbiamo deciso, in via prudenziale, di ridurre la portata". Controlli verranno eseguiti su tutti i ponti dell'entroterra imperiese (gli ultimi monitoraggi risalivano agli anni Novanta del secolo scorso, ma anche prima in alcuni casi) e non si esclude che, in mancanza di interventi decisivi, possa essere disposta la chiusura di qualche passaggio.

Fabrizio Tenerelli

Leggi QUI le altre notizie


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie