Magistrato è incompatibile: slitta udienza sul mancato ritiro di patente al marito dell’ex Procuratore

E' stato il sostituto procuratore Antonella Politi a chiedere il rinvio, per l'incompatibilità del procuratore facente funzioni, Grazia Pradella, in quanto interrogata nell'ambito del procedimento.

Magistrato è incompatibile: slitta udienza sul mancato ritiro di patente al marito dell’ex Procuratore
25 Ottobre 2017 ore 14:08

Si è aperta, stamani, davanti al gup Anna Bonsignorio di Imperia, con un rinvio per incompatibilità del procuratore facente funzioni, Grazia Pradella, l’udienza preliminare al processo per abuso d’ufficio contro Gianfranco Cabiddu, ex carabiniere in congedo, nonché marito dell’ex procuratore di Imperia, Giuseppa Geremia e due ufficiali dei carabinieri, all’epoca dei fatti in servizio a Imperia: l’ex comandante di Compagnia, David Egidi e l’ex comandante provinciale dell’Arma Luciano Zarbano.

E’ stato il sostituto procuratore Antonella Politi a chiedere il rinvio, preso atto che la Pradella era stata ascoltata nell’ambito di indagini difensive dall’avvocato Mauro Anetrini (legale di Cabiddu).

L’udienza è stata così aggiornata al prossimo 25 gennaio, quando a Imperia avrà già preso servizio il designato procuratore Alberto Lari, che subentrerà alla Pradella. L’inchiesta riguarda il presunto mancato ritiro della patente da parte dei carabinieri di Imperia al marito dell’allora procuratore.

In seguito all’infrazione, commessa in Sardegna, Cabiddu avrebbe terminato i punti patente, che gli sarebbero costati il ritiro del permesso di guida e ai carabinieri viene contestato il fatto di aver proceduto al ritiro dello stesso, su segnalazione dell’autorità giudiziaria sarda, soltanto una volta che il marito dell’ex procuratore aveva proceduto alla revisione della patente.

In quel caso, all’arrivo della notifica, il ritiro della patente non aveva più effetto, in quanto è intervenuta la revisione. Nel marzo scorso, il tribunale di Torino aveva dichiarato la propria incompetenza territoriale, accogliendo l’eccezione preliminare delle difese degli imputati e trasmettendo gli atti al tribunale di Imperia.

La prossima udienza, tuttavia, si aprirà all’insegna di un’altra eccezione di incompatibilità territoriale, questa volta avanzata dall’avvocato Anetrini, secondo il quale il processo deve svolgersi a Torino. L’eccezione avrebbe dovuto discutersi oggi, se non ci fosse stato il rinvio.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità