Amadeus e il sindaco pedalata a La Vesca per piantare la mimosa. Foto e Video

In ciclabile: sulla griglia di partenza c'erano il direttore artistico e conduttore del Festival, Amadeus e il sindaco Alberto Biancheri

Amadeus e il sindaco pedalata a La Vesca per piantare la mimosa. Foto e Video
Sanremo, 31 Gennaio 2020 ore 11:22

Amadeus e il sindaco

Amadeus il direttore artistico e conduttore del 70/mo Festival di Sanremo si è improvvisato giardinieri, stamani, assieme al sindaco della città dei Fiori, Alberto Biancheri, con il quale ha piantato una mimosa e una tamerice, a La Vesca, uno dei luoghi panoramici più suggestivi della città, dopo una pedalata sulla ciclabile. si tratta dei primi due dei settanta alberi che saranno piantati nella stessa zona, in memoria della settantesima edizione del Festival (4-8 febbraio).

Accolto da un nutrito gruppo di sostenitori, che lo hanno raggiunto nel piazzale del Sud-Est, dove è partita la "carovana" di bici, Amadeus ha incontrato alcuni studenti, firmando autografi e scattando selfie insieme a loro.

Quindi, è partito per La Vesca, dove ad accoglierlo c'erano decine di giornalisti e altri fan. "Trovo che la mimosa sia una pianta bellissima - ha affermato Amadeus -. A parte, che amo moltissimo il giallo, poi ha un simbolo importante e stare a contatto con la natura. Siamo in un panorama stupendo, guardate che spettacolo, la natura è vita ed energia. Spero di tornare a vedere come sta la mimosa".

E poi. "E' da anni che tramite il Festival promuoviamo la pista ciclo-pedonale e tutte le eccellenze, che sono i valori del nostro territorio - ha dichiarato il sindaco -. Poi andare sul luogo è un messaggio ancora più forte. Lo ricordava Amadeus: la Liguria è un territorio incredibile, con un microclima. In un fazzoletto di terra si può trovare tutto: uscire in barca, giocare a golf".

Amadeus parla della donna

“Credo che la donna vada omaggiata, sempre, ma nella storia - dice il conduttore dopo aver piantato un albero di mimosa insieme al sindaco di Sanremo Alberto Biancheri -. Non credo che ci voglia solamente una ricorrenza per omaggiare la donna, ma credo che questo gesto vada fatto tutto l’anno. Come tutte le cose, come la festa degli innamorati: ci si deve amare tutto l’anno non solo il 14 febbraio”.

Come si sente il direttore artistico e presentatore del 70esimo Festival a pochi giorni dall’inizio? “Sto bene, devo dire che il clima ti aiuta. Essere qui, abbiamo passato giornate belle ed è previsto anche bel tempo. Sto bene, la città mi fa sentire a casa, il sindaco Biancheri è veramente un amico. Tutta la gente è carina e ospitale. Sono qui da due settimane e quasi mi dispiace che l’8 febbraio sia il termine del Festival. Mi dispiacerà molto andare via il 9 mattina”.

Ha in serbo altre sorprese? “No basta così - risponde ridendo Amadeus - Credo che siano già tante. Poi certo le sorprese saranno le emozioni che ci regaleranno gli ospiti e soprattutto le canzoni in gara”. 
Sulle polemiche: “Qui è come essere stati un po’ ovattati. Sono arrivato a Sanremo, mi sono dedicato alle prove e alle canzoni insieme agli autori per mettere in piedi questo Festival, a fare una bella passeggiata sul lungomare. Quindi mi sono proprio isolato da tutte le polemiche e quindi venire e stare a Sanremo qualche giorno mi ha fatto proprio bene”. Sulla possibilità di un secondo Festival targato Amadeus, il conduttore risponde: “L’anno prossimo vengo a vedere come sta la mimosa”.

L'intervista al sindaco Biancheri

"Sono due specie: una tamerice, che in questo momento non è ancora fiorita, e una mimosa, fiorita in questo periodo. Quello che abbiamo voluto dare è un segnale legato all’ambiente: settanta alberi per settanta Festival, con Amedeus, che ha accettato il nostro invito. E’ stato bello anche fargli conoscere la città attraverso la pista ciclo-pedonale. E’ già una persona che si è affezionata alla nostra città, un amico: insomma, mi sembra che i presupposti siano molto buoni. Noi abbiamo la fortuna di avere un Festival, di promuovere tutte queste eccellenze tramite un Festival e vedo che anche i dati turistici ci danno ragione: lavorando tutti insieme la città e il territorio crescono".

"Con Amadeus abbiamo parlato soprattutto di questo Festival, ci siamo conosciuti: si sta instaurando un rapporto sincero, quello che a me piace, un rapporto vero, che è quello che conta. Sono uomini di spettacolo, ma sono anche persone che affrontano tensioni e difficoltà e quello che gli abbiamo voluto trasmettere è che noi siamo un gruppo, non siamo soltanto un sindaco, un Comune, un’amministrazione e la Rai e si lavora tutti insieme per la riuscita del Festival e per promuovere tutto il territorio".

"Baglioni non è un conduttore, è un artista e dunque una persona un po’ più chiusa. Ma ogni Natale e il giorno del mio compleanno mi manda sempre un messaggio di auguri. Sono persone più chiuse ma non è detto che anche con loro non ci sia un legame".

Leggi QUI le altre notizie

Il video dell'arrivo di Amadeus e del saluto agli studenti

Il video mentre Amadeus e sindaco piantano la mimosa
17 foto Sfoglia la gallery

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie