Ambulanti protestano davanti al Comune

"Così non va, chiediamo un incontro urgente con il sindaco Scajola e l'assessore Oneglio prima che sia troppo tardi"

Ambulanti protestano davanti al Comune
Imperia, 29 Maggio 2020 ore 11:37

Continua la protesta degli ambulanti del mercato di Oneglia. Dopo aver esposto dei cartelli al posto della merce, oggi una delegazione di ambulanti si è presentata a Palazzo Civico per chiedere spiegazioni. La polemica nasce dopo la decisione del Comune di spostare il mercato nella zona a mare dopo un sondaggio telefonico  a cui gli imperiesi hanno votato scegliendo una nuova zona.

I gilet arancioni

Una ventina di gilet arancioni appartenenti al “Comitato sociale ambulanti storici liguri”, di Genova, ha protestato, stamani, davanti al Comune di Imperia, contro lo spostamento del mercato di Oneglia (deciso con un sondaggio telefonico), che da piazza Goito e piazza del Mercato, si trasferisce in piazza Maestri del Commercio e banchina Aicardi, per via della normativa anti-Covid. Non sono mancati momenti di tensione, quando un manifestante ha interrotto il discorso del sindaco, sceso sulla scalinata del municipio per per un intervento. “Non ho chiesto il suo parere e capisco già che lei deve crescere molto ancora – ha affermato Scajola – e non interrompa quando parlo, è un maleducato”. Gli animi si sono rappacificati, quando una delegazione dei gilet arancioni è stata ricevuta dal sindaco. “Lo spostamento del mercato come l’assegnazione dei banchi sono provvisori – ha poi dichiarato il primo cittadino – fintanto perdureranno le disposizioni di distanziamento sociale”. Scajola ha anche spiegato che la decisione di spostare i banchi nasce pure dalla mancanza di corridoi di sicurezza, che impediscono ai mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine di accedere al circuito commerciale, in caso di necessità. Assieme ai gilet arancioni (che indossavano una pettorina con su scritto: “Gilet arancioni, ambulanti liguri nazionali. No Durc, vogliamo le riforme”) c’era anche alcuni ambulanti locali.

Il precedente è creato dal fatto che il cambio di location del mercato deve avvenire dopo l’approvazione delle associazioni di categoria e la Camera di Commercio cosa che nel capoluogo di Provincia non è successo.

 

Le foto

9 foto Sfoglia la gallery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità