Cronaca

ANIMALISTI IN PIAZZA CONTRO IL PENSIONATO CHE UCCISE A FUCILATE LA CAGNOLINA LOLA/ FOTO & PARTICOLARI

ANIMALISTI IN PIAZZA CONTRO IL PENSIONATO CHE UCCISE A FUCILATE LA CAGNOLINA LOLA/ FOTO & PARTICOLARI
Cronaca Sanremo, 11 Giugno 2017 ore 17:04

IMPERIA - Una settantina di animalisti, in prevalenza genovesi, ha manifestato, questo pomeriggio, per le vie di Imperia Oneglia, rivendicando un inasprimento delle pene nei confronti di chi uccide gli animali e portando come esempio il caso di un pensionato di Borghetto di Arroscia, nell'entroterra di Imperia, che nel marzo scorso ha ucciso a fucilate il proprio cagnolino, un volpino con il quale aveva convissuto per due anni, a sue detta perchè gli si era rivoltato contro.

"Chi è capace di atti del genere contro gli animali è socialmente pericoloso - ha affermato Fabio Dolia, dell'associazione Animalisti Genovesi, promotrice del corteo -. Persone come questo pensionato o come quei quattro ragazzi di Sangineto (Cosenza, ndr) che hanno preso a bastonate e impiccato un cane, sono squilibrate e devono pagare caro il prezzo con la giustizia".

Nel corso della manifestazione - che da piazza De Amicis si è spostata in piazza Dante - sono stati esposti numerosi slogan del tipo: "Inasprimento subito delle pene per i reati contro gli animali" oppure "Lo hanno fatto agli ebrei, lo stanno facendo agli animali" (frase dello scrittore ebreo Isaac Bashevis Singer, Premio Nobel per la Letteratura nel 1978). Nei confronti del pensionato di Borghetto di Arroscia, ancora sotto processo, è stato chiesto il massimo della pena.

Leggi QUI le altre notizie de La Riviera


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie