Attenzione alla processionaria, bruco killer per cani e gatti. Pericoloso anche per i bimbi

Il parassita è diffuso nel Ponente ligure: può essere molto pericoloso per i nostri amici a quattro zampe e per i bambini

Attenzione alla processionaria, bruco killer per cani e gatti. Pericoloso anche per i bimbi
01 Marzo 2019 ore 07:39

Attenzione alla processionaria. Il pericoloso parassita è molto diffuso nel Ponente ligure e in questi giorni, sono numerosi gli avvistamenti della larva sui pini e lungo le strade.

Attenzione alla processionaria

Con l’arrivo della primavera, bisogna prestare particolarmente attenzione alla Thaumetopoea pityocampa. È questo il nome scientifico della cosiddetta “processionaria”, parassita dei pini, delle querce e diffusa anche nel Ponente ligure. I gruppi di larve si spostano quasi sempre in “gruppo” e in fila indiana, da cui il nome di “processionaria”.

A costituire un pericolo sono i suoi peli urticanti, che per i nostri amici a quattro zampe rappresentano una vera e propria ustione. Sono numerosissimi i casi segnalati ogni anno: il tessuto che entra in contatto con l’insetto si necrotizza, con gravi conseguenze per l’animale. È importante prestare attenzione ai primi sintomi, come l’intensa salivazione e segni di debolezza, e recarsi immediatamente dal veterinario.

“Anche un’azione di “primo soccorso” potrebbe essere d’aiuto rimuovendo (con un guanto) i peli dal cavo orale e lavando abbondantemente la bocca con acqua e bicarbonato – consiglia l’ENPA Sanremo sulla sua pagina Facebook – ma correre dal VETERINARIO risulta FONDAMENTALE!!!”

Anche per adulti e bambini, che possono inavvertitamente toccarlo, può essere molto pericoloso.

La disinfestazione in Italia

Nel nostro paese, la disinfestazione della processionaria è obbligatoria per legge dal 2007. Il parassita infatti costituisce un danno anche per la pianta ospite. Nonostante ciò, rimane molto diffuso sul nostro territorio. Il periodo più pericoloso è proprio quello della primavera, fino alla fine di aprile/inizio maggio, ma con le temperature in forte rialzo il suo arrivo è stato decisamente anticipato.

Nidi di processionaria su un pino
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità