Cronaca

CENTINAIA DI STUDENTI IN PIAZZA A VENTIMIGLIA PER DIRE "NO" ALLA MAFIA/ FOTO

CENTINAIA DI STUDENTI IN PIAZZA A VENTIMIGLIA PER DIRE "NO" ALLA MAFIA/ FOTO
Cronaca 21 Marzo 2017 ore 10:51

Ventimiglia - Centinaia di piccoli studenti provenienti da tutte le scuole della provincia di Imperia hanno partecipato, stamani, a Ventimiglia, alla "XXII Giornata della memoria e dell'impegno, in ricordo delle vittime delle mafie", organizzata da Libera, con il Comune di Ventimiglia. Presente Rosaria Costa, vedova di Vito Schifani, l'agente della polizia di stato, ucciso il 23 maggio del 1992 nella strage di Capaci, in cui morì il magistrato Giovanni Falcone. "Il peggior nemico della mafia è la scuola", è scritto su uno slogan mostrato dagli studenti.

E poi: "Il cambiamento ha bisogno di ciascuno di noi". La scelta di organizzare un tale evento è ricaduta sulla città di confine, divenuta simbolo della lotta alla mafia, dopo lo scioglimento del Consiglio comunale nel 2012 e il riconoscimento, anche in ambito giudiziario, dell'esistenza di una "locale" della 'ndrangheta a Ventimiglia. Due i cortei che sono partiti alle 9.30: uno dal belvedere del Resentello e l'altro da Piazza Costituente, per ricongiungersi, alle 10, in piazza della Libertà, di fronte al Municipio. Dopo l'esecuzione di brani musicali ad opera degli studenti delle scuole partecipanti, il Sindaco Enrico Ioculano, le rappresentanze istituzionali, gli studenti delle varie scuole e dei Consigli Comunali dei Ragazzi hanno elencato i nomi delle vittime innocenti delle mafie.

"Si è trattato di un evento inclusivo, aperto a tutti - ha commentato l'assessore ai servizi Sociali, Vera Nesci - che serve a rammentarci l'importanza della memoria e dell'impegno verso il futuro. Siamo orgogliosi di condividere e dare spazio a questa giornata che è simbolo e monito a non abbassare la guardia ed esorta ad un impegno quotidiano in tutti i campi della nostra vita".

Fabrizio Tenerelli

Leggi QUI le altre notizie de La-Riviera.it


Necrologie