Centrale idroelettrica sotto inchiesta, il Comune di Pigna dimostra di aver agito legalmente

Il Comune di Pigna si tira fuori dalla querelle riguardante la concessione per la realizzazione di una centrale idroelettrica sul rio Carne, il cui progetto è finito nel mirino dei carabinieri forestali e la Provincia ha sospeso le autorizzazione.

Centrale idroelettrica sotto inchiesta, il Comune di Pigna dimostra di aver agito legalmente
22 Settembre 2017 ore 12:44

Centrale idroelettrica sotto inchiesta

Il Comune di Pigna dimostra di aver agito legalmente

Il Comune di Pigna si tira fuori dalla querelle riguardante la concessione per la realizzazione di una centrale idroelettrica sul rio Carne, il cui progetto è finito nel mirino dei carabinieri forestali e la Provincia ha sospeso le autorizzazione. Attraverso una delibera (2017-000295-1), infatti, spiega tutti i passaggi che il Comune ha effettuato nell’iter amministrativo della pratica, dimostrando di aver rispettato la legge.

Il lungo provvedimento, affisso all’Albo Pretorio, parte ricordano che la società “Remna srl” trasmetteva alla provincia di Imperia, il 3 dicembre del 2014, richiesta di autorizzazione unica alla realizzazione e gestione di mini-impianto idroelettrico della potenza di 92,5 kW da realizzare nel Comune di Pigna, sul rio Carne, manifestando la volontà di apporre un vincolo preordinato all’esproprio per i terreni e fabbricati interessati dalle opere in progetto.

L’amministrazione ricorda i passaggi autorizzativi

A quel punto ricorda i passaggi normativi che stabiliscono l’iter di rilascio delle autorizzazioni. E dopo aver evidenziato “Le innumerevoli contestazioni mosse da parte della cittadinanza, che hanno portato, alla nascita di un comitato denominato “Comitato amici del Rio Carne”, in considerazione della particolarità del sito individuato per la realizzazione delle opere di presa di notevole pregio ambientale, paesaggistico, naturalistico e turistico; l’amministrazione dichiara di essere favorevole alla costruzione di impianti destinati alla produzione di energia rinnovabile: “contestualmente è consapevole dell’elevato valore paesaggistico e ambientale dell’intervento.

Un problema di autorizzazioni

A quel punto, il Comune precisa che: “il soggetto preposto al rilascio dell’autorizzazione unica è l’Amministrazione Provinciale di Imperia; il soggetto preposto in materia di acque e impianti elettrici è la Regione Liguria; questa Amministrazione ha ritenuto opportuno verificare che fossero e venissero adottate nel rilascio delle prescritte autorizzazioni tutte le cautele finalizzate alla tutela dell’ambiente, del paesaggio, dell’ecosistema e della fauna ittica…”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità