Cronaca
LE ACCUSE

Chiude con 21 indagati l'indagine antidroga Praedictio

Si è chiusa con 21 indagati l’inchiesta Praedictio della Procura di Imperia, le cui indagini hanno permesso di sgominare un traffico di droga

Chiude con 21 indagati l'indagine antidroga Praedictio
Cronaca Imperia, 24 Novembre 2022 ore 17:21

L'indagine è coordinata dalla Procura di Imperia

Si è chiusa con 21 indagati l’inchiesta Praedictio della Procura di Imperia, le cui indagini - coordinate dal sostituto procuratore Antonella Politi e condotte dalla locale Squadra Mobile - hanno permesso di sgominare un traffico di droga. Il blitz era scattato, lo scorso 21 ottobre. Figura chiave è quella dii Mario Mandarano, 63 anni, di Taggia.

Ed è proprio dal suo arresto, avvenuto nel 2020, quando venne trovato in possesso di un ingente quantitativo di hascisc e marijuana, che sono partite le indagini. Mandarano era considerato sul contabile dell’illecito giro d’affari. Stralciata la posizione di Frederic Siorat, 52enne marocchino residente in Francia, gli avvisi di garanzia sono stati notificati agli altri indagati:

Flavio Ianni, 34 anni, arrestato e attualmente detenuto a Imperia

Mark Scaffini, 42 anni, arrestato e detenuto ad Alessandria

Daniele Narciso, 34 anni, sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora a Molini di Triora

Mario Mandarano, 63 ani, detenuto a Imperia

 Franco Guastamacchia, 48 anni, detenuto a Torino

 Elice Bellanti (detto Fè o Felice), 58 anni, detenuto a Genova

Giacomo Masotina, 46 anni, detenuto a Genova

Sergio Taverna, 55 anni, detenuto a Sanremo

Gianfranco Bianco (detto Gianfranco Gelati), 48 anni, detenuto a Imperia

Roberto Rebora, 50 anni, sottoposto al divieto di dimora in provincia di Imperia;

Lorenzo Rebora Corci, 20 anni, obbligo di presentazione alla p.g.;

Ervin Bashmeta (detto Luciano), 36 anni, detenuto a Imperia;

Bashkin Bashmeta (detto Kim), 43 anni, obbligo di dimora nei comuni di Castellaro, Riva Ligure, Pompeiana, Santo Stefano al Mare, Terzorio, Sanremo, Ospedaletti, Seborga, Bordighera, Vallebona e Vallecrosia

Giuseppe Russo (detto Pino Castellaro), 64 anni, agli arresti domiciliari

Massimiliano Paletta, 50 anni, obbligo di dimora nel comune di Taggia con divieto di uscire dall’abitazione dalle 20 alle 7 di ciascun giorno

Antonio Zito, 56 anni, agli arresti domiciliari a Sanremo

Walter Tropeano, 39 anni, agli arresti domiciliari a Camporosso

 Marco Queirolo, 38 anni, obbligo di dimora nel comune di Genova

 Antonio Carbone, 46 anni, detenuto a Imperia;

Giuseppe Stilo, 49 anni, obbligo di dimora nel comune di Taggia con divieto di uscire dall’abitazione dalle 20 alle 7 di ciascun giorno;

Sgrò Carmelo, 40 anni, detenuto a Genova.

Alcuni estratti dei capi di imputazione

Nel dettaglio, come si evince dalle carte, Flavio Ianni è accusato di aver acquistato da Mandarano ai fini di spaccio: 8,1 kg di hashish e marijuana al prezzo di 24.400 euro nel 2017; kg 4,950 di hashish al prezzo di 19.600 euro nel 2018; 50,2 kg di hashish al prezzo di 93.100 euro nel 2019 che successivamente rivendeva a terzi residenti nelle province di Alessandria e Pavia.

Secondo gli inquirenti Mario Mandarano

oltre alle ingenti cessioni di droga a Ianni, aveva acquistata da Franco Guastamacchia 14 kg di hashish al prezzo di 19.600 euro nel 2015; 143,2 kg di hashish al prezzo di 207.550 nel 2016; 68 kg di hashish al prezzo di 138.800 euro nel 2017. Altra sostanza stupefacente era stata acquista da Frederic Siorat: 67 kg di hashish al prezzo di 152.900 euro nel 2018. Da Ervin e Bashkin Bashmeta 5 kg di hashish al prezzo di 14.500 euro il 3/12/2017. Da Ervin Bashmeta 25 kg di hashish al prezzo di 38.750 euro nel 2018 e 32 kg al prezzo di 80mila euro nel 2019. Da Sergio Taverna 50 kg di hashish al prezzo di 56mila euro nel 2017.

La droga acquistata veniva poi rivenduta a Giacomo Masotina (oltre 5 kg) e non solo

Nelle 31 pagine di avviso di conclusione indagini, si legge anche di 56,9 kg di sostanza stupefacente vendute da Mandarano a Gianfranco Bianco per 133.460 euro nel 2016, altri 125,5 kg (316.916 euro) nel 2017, 42,2 kg (104.720 euro) nel 2018. Altri ingenti quantitativi di droga sarebbero stati venduti da Mandarano a Massimiliano Paletta, Roberto Rebora, Lorenzo Rebora Corci, marco Queirolo, Walter Tropeano, Antonio Zito e Giuseppe Stilo.

Mandarano acquistava da Franco Guastamacchia 14 kg di hashish al prezzo di 19.600 euro nel 2015; 143,2 kg di hashish al prezzo di 207.550 nel 2016; 68 kg di hashish al prezzo di 138.800 euro nel 2017. Acquistava da Frederic Siorat: 67 kg di hashish al prezzo di 152.900 euro nel 2018. 

Fabrizio Tenerelli

Seguici sui nostri canali
Necrologie