Sanremo

Clamoroso escamotage: ladri si fingono corrieri per rubare i pacchi in consegna

I due hanno costretto la Polizia a un rocambolesco inseguimento in Aurelia bis

Clamoroso escamotage: ladri si fingono corrieri per rubare i pacchi in consegna
17 Settembre 2020 ore 18:15

Nella mattina di ieri un corriere si presentava presso il Commissariato di Sanremo per sporgere querela per un furto appena subito. Il predetto riferiva che, poco prima, due individui con un furgone si accostavano a lui mentre si accingeva a scaricare il materiale e gli asportavano tutta la merce che avrebbe dovuto consegnare a diversi esercizi commerciali di corso Matteotti.

Il clamoroso furto e il modus operanti

Gli agenti della Sezione Investigativa del Commissariato cercavano di ricostruire la scena del commesso reato con l’aiuto delle telecamere di videosorveglianza comunali e riuscivano, nel giro di pochi minuti, a individuare la strada percorsa dai due malfattori e il loro modus operandi. Da tale attività è subito emerso che i due complici si aggiravano nella città rivierasca a partire dalle ore 9.30 circa alla ricerca dei corrieri da derubare. Una volta avvistata la “preda” i due, di origini cilena classe 1982 e 1993, operavano nel seguente modo. Uno si avvicinava al corriere per poi seguirlo fino alla consegna dei pacchi nei vari esercizi commerciali con fare indifferente, mentre l’altro in modo scaltro e fulmineo munito di un proprio carrellino si introduceva nei furgoni per poi uscirne con i pacchi rimasti ancora a bordo del mezzo per la futura consegna che venivo caricati nel proprio mezzo.

Quando il corriere stava per terminare la consegna, l’individuo incaricato a seguirlo avvertiva l’altro complice con una radiolina comunicandogli di andare via con la refurtiva. Durante la mattinata, i due autori del reato tentavano vari colpi sempre con le stesse modalità fino a portare a segno due furti a due diversi corrieri, asportando merce destinata a circa sei esercizi commerciali di capi di abbigliamento di lusso e negozi di intimo di note case italiane. Dopo aver ricostruito con esattezza la condotta criminosa, gli operatori della Polizia di Stato si davano alla ricerca del mezzo con a bordo i due soggetti individuati e riuscivano ad intercettarli mentre imboccavano l’Aurelia bis; a quel punto iniziava un rocambolesco inseguimento della Polizia che terminava in autostrada pochi chilometri prima del casello autostradale di Savona dove i due venivano bloccati con il furgone carico di merce rubata.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità