Commercio abusivo operazione della polizia a Ventimiglia

Questa mattina, su input del Questore di Imperia è scattato un capillare servizio di polizia finalizzato al contrasto dell'abusivismo commerciale in concomitanza con il mercato settimanale di Ventimiglia.

Commercio abusivo operazione della polizia a Ventimiglia
13 Ottobre 2017 ore 19:05

Questa mattina, su input del Questore di Imperia è scattato un capillare servizio di polizia finalizzato al contrasto dell’abusivismo commerciale in concomitanza con il mercato settimanale di Ventimiglia.

Su questa la linea di azione agenti della Polizia di Stato, militari dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e operatori della Polizia Locale di Ventimiglia, coordinati dal Dirigente il Commissariato di Ventimiglia, fin dalle prime luci dell’alba di questa mattina, hanno effettuato un massiccio servizio di controllo e contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale e dell’immigrazione clandestina.

Quaranta gli uomini impiegati. I controlli hanno riguardato tutta l’area intemelia, le zone di Bordighera e Sanremo e la stazione ferroviaria di Taggia con l’intento dichiarato di impedire ai venditori ambulanti illegali di giungere sul mercato cittadino.

Risultati:

11 le persone complessivamente accompagnate in ufficio, 10 di nazionalità senegalese e 1 del Bangladesh:

1 cittadino senegalese espulso e munito di ordine del Questore ad abbandonare il T.N;

5 gli stranieri regolari, di nazionalità senegalese, residenti rispettivamente in Genova e Sanremo, sottoposti a foglio di via con
divieto di ritorno in Ventimiglia per 3 anni;

9 sequestri contro noti di cui 6 penali e 3 di tipo amministrativo;

3 sequestri penali contro ignoti;
800 circa gli articoli sottoposti a sequestro di cui 230 circa di natura amministrativa;

7 le persone indagate per ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi e marchi contraffatti; 1 la persona indagata per violazione alla normativa sugli stranieri; 1 la persona indagata per contravvenzione al F.V.O.

3 le sanzioni amministrative irrogate.

Tra gli articoli in sequestro orologi (alcuni commercializzati solo molto recentemente), giubbini, borse, cinture, occhiali, tutti oggetti perfettamente somiglianti a quelli originali delle più famose e pregiate marche internazionali e ancora custodie per smart-phone, braccialetti, accessori per telefoni portatili e altri per abbigliamento e ornamento.

2 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità