Cronaca
Verso le amministrative

Comunali a Ventimiglia: la federazione civica inizia a snocciolare il programma

"Ripartiamo dalle idee, confrontiamoci sui temi fondamentali per la città: non solo sulla carta, ma di fatto"

Comunali a Ventimiglia: la federazione civica inizia a snocciolare il programma
Cronaca Ventimiglia, 06 Dicembre 2022 ore 14:53

La federazione civica inizia a snocciolare il programma delle comunali

 Tutela dell’ambiente, realizzazione di un'area di accoglienza ben gestita e controllata, anche permanente, da realizzarsi fuori dai centri abitati; revisione del Puc dell'area Parco Roja, con un progetto di riconversione e riqualificazione Industriale, anche attraverso la rilevazione di aree/edifici disponibili, a destinazione industriale, produttiva o direzionale, con un parco a verde pubblico e servizi  di interesse generale, ludico-sportivi”.

Sono alcuni dei punti del programma della federazione civica di Ventimiglia

Siamo lieti - afferma Tiziana Panetta del gruppo - di essere riusciti a risvegliare l'attenzione più sui programmi che sui nomi dei candidati. Ripartiamo dalle idee, confrontiamoci sui temi fondamentali per la città: non solo sulla carta, ma di fatto”.

I componenti della federazione civica non hanno casacche di partito

"E fa specie - avvertono dalla federazione - che chi le ha, le utilizzi per differenziare gli altri. Molti di noi si affacciano per la prima volta alla politica cittadina, altri hanno già partecipato a precedenti amministrazioni: sosteniamo che il rinnovamento deve partire dalla base, dai cittadini, da chi ha la volontà di adoperarsi affinché il tanto desiderato cambiamento sia effettivo”.

Sui grandi temi la federazione è anche per il Parco Roya

che dovrà essere collegato con il centro cittadino attraverso una navetta su binario che arrivi sino alla stazione centrale per poi collegarsi all'area di Nervia.

Sulle grandi opere pubbliche - ancora Panetta - passerella in primis, e la rigenerazione urbana riprendiamo, anche migliorandoli se è possibile, i progetti in essere, che non sono di questo o quel sindaco del momento, ma della città; per la riqualificazione delle aree periferiche; per dare finalmente una identità turistica alla città, coordinandola con la crisi del commercio. Sono tutti temi trasversali, collegati l'uno all'altro da un unico filo conduttore: la rivalutazione della bellezza nel senso più ampio del termine, prendendo atto delle grandi potenzialità della nostra città”.

F.T.

Seguici sui nostri canali
Necrologie