Cronaca
La Riviera media partner

Conto alla rovescia per Scambi Festival tra laboratori, musica e idee

Oggi la messa a punto collettiva prima del vernissage di questa sera in Piazza Cassini. Decine di laboratori ed eventi nella Pigna

Conto alla rovescia per Scambi Festival tra laboratori, musica e idee
Cronaca Sanremo, 25 Agosto 2022 ore 10:10

Oggi, 25 agosto, inizia la seconda edizione del festival paneuretico  "Scambi" (La Riviera media partner) , che offre attività gratuite, stimolanti e multidisciplinari. Scambi Festival è organizzato dall'associazione di promozione sociale Oltre  e si avvale della collaborazione di un team di volontari internazionale. Tutti gli organizzatori sono under 25.

 

Oggi l'inaugurazione di Scambi Festival

Alle 9:30 parte l’allestimento collettivo che permetterà a tutti di prendere parte alla realizzazione delle ultime pennellate prima del vernissage, che si terrà  ore 18, in Piazza Cassini,  alla presenza, tra gli altri, del sindaco Albero Biancheri, del vice sindaco e assessore alle politiche giovanili Costanza Pireri e dell’assessore al turismo Giuseppe Faraldi. Tra gli ospiti anche il Prefetto dell provincia di Imperia, il dottor Armando Nanei

 

Il programma della prima serata di Scambi Festival

Alle ore 19, nella stessa piazza, spettacolo musicale dell'orchestra Note Libere. A seguire: cinema all’aperto in Piazza Santa Brigida, ore 21:15 e osservazione del cielo stellato alle 23 ai Giardini Regina Elena, guidati dall’associazione Orbita. "Insomma -comunicano gli organizzatori- , questa una giornata all’insegna del divertimento e dei valori di Scambi".  

Sul sito il programma completo e l'elenco dei laboratori

 

Lo Squilibrio a Scambi Festival

Quest’anno, il filo rosso che regge l’intera macchina del festival è lo squilibrio. Un concetto complesso e sfaccettato che si respira davvero ovunque, sia dentro di noi che fra di noi e le molteplici entità che compongono l’Universo. In particolare, durante l’ideazione dei laboratori, in un modo o nell’altro, ci siamo confrontati con specifiche declinazioni dello squilibrio che ritroviamo in grandi sfide del nostro tempo: la crisi climatica e le disuguaglianze.

 

Scambi Festival
I preparativi

Scrivono da Scambi

"Siamo tristemente consapevoli della drammatica crisi ambientale in cui ci ritroviamo ad abitare. Dopo anni di crescita esponenziale, che non ha tenuto conto di difendere e preservare ciò che ci sta intorno e noi stessi, siamo giunti al conseguente deterioramento della delicata armonia fra Uomo e Natura, che necessita oggi di azioni urgenti ed immediate. A Scambi crediamo fermamente che dialogare, scoprire e ragionare insieme siano gli antidoti necessari per superare questi squilibri. Per questo, in compagnia di associazioni locali di movimenti internazionali come Friday’s For Future ed Extintion Rebellion cercheremo di fare luce sui nodi cruciali della crisi climatica, tentando al contempo di promuovere la speranza in un reale cambiamento attraverso
azioni collettive".

 

Uno degli ospiti: il giornalista Alessandro Sahebi

 

Scambi Festival Sahebi
Alessandro Sahebi

Sotto la lente di ingrandimento uno degli ospiti, Alessandro Sahebi, giornalista indipendente che scrive per The Left, The Vision, The Post Internazionale e altri, ma soprattutto, dice lui “scrivo per me stesso”. Sahebi ha raggiunto notorietà sui social parlando di politica e giustizia sociale in modo semplice (ma non superficiale) e accessibile. A Scambi terrà un laboratorio dedicato alla crisi climatica in chiave politica con la convinzione che discutere insieme sia l’unico modo per costruire pensieri liberi. Per di più,  parlerà anche di meritocrazia, un concetto abusato che vale la pena sviscerare, soprattutto quando si parla di squilibri economico-sociali nella società contemporanea. Come detto, infatti, il dramma delle disuguaglianze è un’altra colonna portante della seconda edizione. Perquesto, ne parleremo sotto diversi punti di vista, tra cui quello femminista.

 

Il valore del femminismo

Ad oggi -scrive lo staff di Scambi Festival-, pronunciare la parola Femminismo sembra quasi un sacrilegio, forse proprio a causa della scarsa conoscenza che aleggia attorno a questo complesso movimento politico e sociale. Il Femminismo tenta da secoli di superare gli squilibri di genere che vedono le persone socializzate come donne costantemente soggiogate al potere patriarcale. In parte, ci è riuscito, ma la strada è lunga. Tuttavia, non preoccupatevi, non tenteremo di spiegare in maniera esaustiva che cosa sia la lotta per la parità di genere, ma cercheremo di ragionare e discutere sul concetto di Identità. Che sia etnica, di genere o culturale, l’Identità è quella sfera di parole ed idee che ci portiamo appresso quando cerchiamo di spiegare chi siamo a chi non conosciamo. Per troppo tempo le inevitabili"

QUI le altre notizie

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie