Diletta Leotta porta la nonna Elena a Sanremo per il suo monologo

Il monologo di Diletta Leotta sul tempo e la bellezza. Tra il pubblico la nonna Elena: "io non ho paura e lo devo a lei, grazie nonna"

Diletta Leotta porta la nonna Elena a Sanremo per il suo monologo
Cronaca Sanremo, 04 Febbraio 2020 ore 23:32

Il monologo di Diletta Leotta sulla bellezza e sul tempo che coinvolge anche la nonna Elena seduta tra le file del Teatro.

Il monologo di Diletta Leotta

La bellezza capita, non è un merito. Anche se è una fortuna, altrimenti col cavolo che sarei qui, giusto? Sarei ipocrita dicessi che il mio aspetto è solo un aspetto secondario. Mia nonna Elena me lo diceva sempre: “la bellezza è un peso che con il tempo ti può fare inciampare se non lo sai portare”

Le telecamere inquadrano la nonna seduta in Teatro.

In tutto questo tuo lunghissimo tempo nonna, sei riuscita a riempirti le tasche di tante storie e affetti, ma inevitabilmente hai lasciato dietro di te tante cose, anche la tua bellezza che faceva girare la testa agli uomini. Questo tempo facciamo di tutto per trattenerlo ma questa sera voglio fare un esperimento per capire che effetto farà questo tempo su di me. Volete vedere come diventerò?

Sullo schermo spunta una Diletta futura nel 2076

Avrò l’età di mia nonna e mi chiedo, sarò felice?”. Crescendo bisogna imparare a regolare il ritmo, perché, a qualsiasi età, ogni giorno che viviamo è un regalo e io a guardarmi così, con tutto questo tempo addosso, una cosa l’ho capita: io non ho paura. E questo lo devo a te nonna e voglio dirti grazie da questo palco con tutto il mio cuore.

LEGGI QUI il monologo di Rula Jebreal sulla violenza contro le donne

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli