Prima campanella

“Dobbiamo guardare avanti” Riva Ligure si prepara al rientro a scuola

Ecco le novità nel borgo della Villaregia e gli affettuosi auguri del sindaco ai "primini"

“Dobbiamo guardare avanti” Riva Ligure si prepara al rientro a scuola
Villaregia, 12 Settembre 2020 ore 09:41

Con un lungo post su Facebook, il sindaco di Riva Ligure Giorgio Giuffra, ha illustrato le opere messe in campo (per circa 100mila euro) per garantire la riapertura regolare delle scuole Sandro Pertini (primo grado) e Gugliemo Marconi (secondo grado) lunedì 14 settembre. Con l’occasione, il primo cittadino ha anche rivolto un augurio ai piccoli studenti che si accingono (alcuni per la prima volta) a iniziare questa avventura, tra la paura del virus e la speranza per il futuro.

“Dobbiamo guardare avanti”

“Chiaramente – scrive Giuffra – la riapertura delle scuole, che non è rinviabile perché è una componente essenziale della società, rappresenta una sfida. Sappiamo che anche i giovani sono ugualmente suscettibili all’infezione. Si tratta di una situazione che deve essere controllata in maniera attenta: non spaventiamoci se, a un certo punto, si creeranno dei focolai nelle scuole. E’ una cosa attesa, difficile pensare che non accadrà. Ma dobbiamo guardare avanti. Affrontare il nuovo suono della campanella senza ansia e isterismi, con cautela e fiducia. La Pertini e la Marconi, apriranno regolarmente lunedì. D’altra parte, non compete ai sindaci il calendario delle lezioni . La prerogativa – spiega – è dello Stato e della Regione, che hanno individuato inderogabilmente il 14 settembre. I lavori – assicura Giuffra – sono pressoché ultimati, e, grazie anche agli sforzi e ai sacrifici che la dirigente scolastica, che il personale amministrativo, che gli insegnati e che gli ausiliari stanno compiendo, i nostri ragazzi potranno tornare tra i banchi il giorno stabilito.”

Le novità

Ecco come si è organizzato il comune di Riva Ligure per la gestione del rientro in classe in sicurezza, oltre ovviamente, al rispetto delle linee guida anti Covid per la tutela della salute dei ragazzi e del personale scolastico . Tra le novità, la classe IV della scuola elementare Pertini, sarà trasferita al terzo piano del plesso della secondaria Marconi. L’aula magna di quest’ultima sala diverrà una sala polifunzionale in grado, anche, di ospitare le classi in carenza di docenti. Il servizio mensa inizierà il 23 settembre, i pasti saranno preparati all’interno delle tradizionali cucine ( nessun pasto sarà trasportato dall’esterno). L’aggravio di circa 20mila euro sarà sostenuto interamente dal comune senza costi aggiuntivi per le famiglie. Contestualmente, sempre il 23 settembre, ripartirà anche il servizio scuolabus, secondo le linee guida del settore. In caso di troppe iscrizioni, la precedenza al sevizio sarà garantita agli alunni che abitano in zone più decentrate dalle scuole rivasche. Il servizio è gratuito e al termine di ogni viaggio il mezzo sarà completamente igienizzato.

“Vi auguro di soddisfare le aspettative che nutrite nel cuore”

“Insomma – continua il sindaco – non sarà un rientro a scuola come gli altri anni, ma d’altronde è il periodo che viviamo a non essere come gli altri. In ogni caso, abbiamo cercato di fare del nostro meglio. Comunque e nonostante. E’ per questo che – continua – complimentandomi con l’assessore all’Edilizia Scolastica Franco Nuvoloni e con la consigliera delegata all’Istruzione Silvia Boeri, auguro alle nostre care bambine e ai nostri cari bambini di conseguire buoni risultati e di vedere soddisfatte le aspettative che ognuno di loro nutre nel cuore. Soprattutto ai più piccoli, per i quali, nonostante non si svolgerà la Festa dell’Accoglienza (nella foto la cerimonia dello scorso anno, ndr) è l’inizio di una nuova fase della vita e perciò occasione di nuove conoscenze e – conclude Giuffra – di opportunità per sperimentare nuovi ambienti”.

Leggi QUI le altre notizie

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità