Doccia fredda per l’ex dirigente del commissariato di Sanremo Angelo Sanna: indagato per omicidio colposo per la finale di Champions della Juve

In seguito al caos scatenato da un petardo una donna perse la vita e 1526 persone rimasero ferite. Tra gli indagati di questa mattina il sindaco Appendino

Doccia fredda per l’ex dirigente del commissariato di Sanremo Angelo Sanna: indagato per omicidio colposo per la finale di Champions della Juve
06 Novembre 2017 ore 20:57

La doccia fredda è arrivata questa mattina per il dottor Angelo Sanna, questore di Torino e dirigente molto noto a Sanremo, dove nei primi anni 2000 è stato a capo del locale commissariato e dove ha ancora famiglia. C’è anche lui, oltre al sindaco di Torino Chiara Appendino, tra gli indagati  per i 1526 feriti (e la morte di una donna, Erika Pioletti) della notte di follia in piazza San Carlo a Torino durante la diretta della finale di Champions League della Juventus del 3 giugno con il Real Madrid.

Sanna è da sempre apprezzatissimo al Viminale e lo dimostra il fatto di essere stato nominato questore di Torino dopo aver ben operato in precedente a Vicenza. Una carriera di altissimo livello iniziata appunto a Sanremo.

Quella notte – probabilmente a causa dell’esplosione di un petardo – in piazza San Carlo a Torino si scatenò il panico. L’inchiesta, coordinata dal procuratore capo di Torino Armando Spataro,  e gestita dai pm Antonio Rinaudo e Vincenzo Pacileo ha portato a mettere sotto inchiesta altre venti persone.  Tra gli altri indagati figura il nucleo di funzionari comunali che ha avuto ruoli nella gestione dell’evento, dall’ex capo di gabinetto Paolo Giordana al direttore del settore, Paolo Lubbia. Indagati anche gli organizzatori materiali dell’evento, affidato a Turismo Torino, a cominciare dal presidente Maurizio Montagnese e dal direttore Danilo Bessone. Coi sono poi il capo di gabinetto della Questura Michele Mollo e il dirigente del commissariato centro Alberto Bonzano.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità