VERDETTO DI PRIMO GRADO

Due bagnini condannati per omicidio colposo a Imperia

Ai 2 imputati, difesi dall'avvocato Annoni, che ha annunciato di voler ricorrere in Appello, veniva contestato di non essere intervenuti per salvare l'uomo

Due bagnini condannati per omicidio colposo a Imperia
Ventimiglia, 02 Novembre 2020 ore 18:35

Due bagnini condannati per omicidio colposo a Imperia

Due bagnini, Aldo De Notaris e Caterina Pandolfi, sono stati condannati, oggi, dal giudice monocratico Laura Russo, rispettivamente a 1 anno e 2 mesi; e 1 anno e 4 mesi di reclusione, con l’accusa di omicidio colposo e condotta omissiva, per la morte di Alessandro Feola, l’imprenditore di Imperia che, il 25 luglio del 2015, annegò nello specchio acqueo di fronte allo stabilimento “Papeete”, nel tentativo di salvare il figlio, all’epoca quindicenne, che si trovava in difficoltà a causa del mare agitato. Il pm Maria Paola Marrali aveva chiesto la stessa pena. Ai due imputati, difesi dall’avvocato Erminio Annoni, che ha annunciato di voler ricorrere in Appello, veniva contestato di non essere intervenuti per salvare l’uomo.

Leggi qui le altre notizie

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità