Duecentomila euro di aiuti per i danni causati dall’alluvione del 2020

Il direttore Biamonti: beneficiari le imprese singole o associate, i Comuni e i Consorzi. Domande di sostegno entro il 6 dicembre

Duecentomila euro di aiuti per i danni causati dall’alluvione del 2020
Cronaca Valli Imperiesi, 06 Settembre 2021 ore 16:07

Con il bando “Investimenti per il ripristino dei terreni agricoli” Il GAL “Riviera dei Fiori” della Camera di Commercio “Riviere di Liguria” vuole dare un sostegno concreto per ristorare i danni causati dall’alluvione dell’ottobre 2020 alle strutture aziendali e alle infrastrutture connesse alle attività agricole nei territori dei comuni di Badalucco, Borghetto d'Arroscia, Montalto Carpasio, Castelvittorio, Ceriana, Cosio d'Arroscia, Mendatica, Molini di Triora, Pieve di Teco, Pontedassio, Ranzo, Taggia, Triora, Ventimiglia e Vessalico.

I beneficiari sono imprese agricole, Comuni singoli o associati

"I beneficiari – spiega il direttore del GAL Riviera dei Fiori Dario Biamonti - sono imprese agricole singole e associate, Comuni singoli o associati, Consorzi di miglioramento fondiario o irrigui. Le aziende singole possono ricevere contributi che vanno da 5mila a 15 mila euro mentre per gli altri soggetti i finanziamenti arrivano fino a 25 mila euro". "Va detto -aggiunge Biamonti – che il GAL immediatamente dopo le calamità naturali del 2020 aveva deliberato di intervenire a favore delle imprese danneggiate. Il Bando era pronto ma non è stato possibile attivarlo in assenza del decreto del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali che è stato approvato solo ad agosto di quest’anno". Ora con il riconoscimento del carattere di eccezionalità degli eventi del 2-3 ottobre 2020 gli interessati possono presentare domanda di sostegno e pagamento direttamente sul sistema Sian dal 6 settembre al 6 dicembre 2021. L’importo complessivo disponibile è di 200.000 euro.

Necrologie