Cronaca
Calcio in lutto

È morto Sinisa Mihajlovic

Aveva 53 anni. Ha perso la coraggiosa battaglia contro la leucemia che gli era stata diagnosticata nel 2019.

È morto Sinisa Mihajlovic
Cronaca Imperia, 16 Dicembre 2022 ore 22:15

Il calcio italiano è in lutto per la morte del calciatore e successivamente allenatore serbo Sinisa Mihajlovic a solo 53 anni di età.

 

È morto Sinisa Mihajlovic, aveva 53 anni

Lascia la moglie Arianna e i figli Viktorija, Virginia, Miroslav, Dusan e Nicholas. Proprio dalla figlia Virginia, nel 2021, aveva avuto la prima nipotina: Violante. Il grande calciatore, pilastro delle stagioni d'oro della Sampdoria (e successivamente allenatore blucerchiato), è deceduto a Bologna, dove allenava i rossoblù, a causa della leucemia che gli era stata diagnosticata nel 2019. Lo stesso Mihajlovic aveva recentemente dichiarato di essere in procinto di sottoporsi a un nuovo ciclo di cure.

 

Sinisa al Festival di Sanremo

La tragedia che ha commosso gli appassionati di calcio ha strappato un momento di cordoglio anche alla finale di Sanremo Giovani. In diretta dal Teatro dell'Opera del Casinò di Sanremo, il direttore artistico del Festival Amadeus e Gianni Morandi, "braccio destro" dello showman, hanno ricordato la storica figura. Riproponendo il siparietto che aveva visto protagonisti Ama, Fiorello, Zlatan Ibrahimovic e lo stesso Sinisa nel Festival 2021, nel pieno della pandemia, con la platea vuota. Nell'occasione la "band improvvisata" aveva cantato Io vagabondo dei Nomadi.

 

La leggenda a Genova

La leggenda di Sinisa in Liguria nasce nel luglio del 1994, quando viene acquistato in prestito dalla Sampdoria. Riscattato dai blucerchiati nell'estate successiva, vive a Genova una serie di stagioni soddisfacenti insieme a, uno su tutti, Roberto Mancini, attestandosi come uno specialista dei gol su calcio di punizione. Il legame con la Liguria e lo storico club genovese riprende nel 2013, con il ritorno in blucerchiato di Mihajlovic, ma in panchina, regalando ai tifosi attimi magici e vedendosi strappare la Coppa Italia, nel 2015, dall'Inter dell'ex compagno di squadra Mancini.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie