Cronaca

E' partito da una foto del bisnonno in guerra la ricerca di una prof per il suo libro

La grande guerra raccontata ripercorrendo la storia del nonno della professoressa Antonella Squillace

E' partito da una foto del bisnonno in guerra la ricerca di una prof per il suo libro
Cronaca 08 Novembre 2017 ore 20:57

Presentato questa mattina alle scuole medie di Coldirodi il libro "Ho combattuto anche per te" di Antonella Squillace

L'incontro della professoressa Squillace

e la rievocazione della Grande guerra

Il libro “Ho combattuto anche per te. Storia di un fante-contadino” è stato scritto a cento anni dalla prima guerra mondiale e ripercorre le dolorose vicende della guerra di trincea, dove tanti italiani hanno perso la vita. L’autrice, la professoressa Antonella Squillace, ha presentato oggi il suo lavoro agli studenti della scuola media di Coldirodi, raccontando il proprio percorso di ricerca, partito quasi per caso da una vecchia foto di famiglia che ritraeva il bisnonno Nicodemo, contadino meridionale mandato a combattere nel vicentino. L’autrice ha seguito le poche tracce lasciate dal suo antenato intraprendendo un viaggio tra i ricordi dei parenti, negli archivi storici e nei luoghi interessati dalle battaglie. I ragazzi della scuola media di Coldirodi hanno potuto ascoltare il racconto di chi ha avuto la tenacia di seguire un ricordo alla scoperta di una delle pagine più dolorose della storia recente e hanno avuto l’occasione di apprezzare le parole di una relatrice che ha condiviso con loro le proprie emozioni e il proprio desiderio di conoscere e di ricordare chi ha combattuto una guerra terribile.

"I docenti ringraziano la professoressa Squillace - si legge in una nota dell'Istituto comprensivo Ponente di Coldirodi - per aver aiutato gli studenti a considerare il lato umano dei fatti storici e per averli portati a rendersi conto dell’enorme impatto che il conflitto ha avuto sulle vite degli uomini e delle donne dell’epoca".

10 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie