Estorsione di denaro a madre e figlio di Dolceacqua: 26enne patteggia due anni

Estorsione di denaro a madre e figlio di Dolceacqua: 26enne patteggia due anni
Cronaca 08 Febbraio 2017 ore 15:29

Dolceacqua – Ha patteggiato una condanna a due anni di reclusione (pena sospesa, davanti al giudice del tribunale di Imperia: Valerio De Villa, 26 anni, l’agricoltore di Rocchetta Nervina, in alta val Nervia, nell’entroterra di Ventimiglia, arrestato il 18 agosto scorso, in quanto accusato di tentata estorsione nei confronti di un ventiquattrenne di Dolceacqua e della madre di quest’ultimo, dai quali pretendeva, dietro minaccia, il pagamento di quattromila euro, a rate di trecento euro a settimana, è stato arrestato dai carabinieri di Ventimiglia.

La donna decise così di accettare, ma nel contempo di denunciare il tutto ai carabinieri-. Dopo aver fissato un randez-vous col giovane e una volta consegnati i primi trecento euro, che erano stati fotocopiati, entrarono in azione gli investigatori. De Villa è stato condannato anche al pagamento di mille euro di multa.

Comparso in giudizio difeso dall’avvocato Vera Nesci, di Ventimiglia, il giudice nel calcolare la pena ha tenuto conto della sua giovane età e della incensuratezza. Nel contempo è stato assolto per la resistenza a pubblico ufficiale e per la detenzione di sostanze stupefacenti, in quanto per la droga trovata a casa sua è stato dimostrato l’uso personale.


Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità