Basilica gremita: Imperia stretta nell’ultimo saluto a Carlo Carli

Carlo Carli salutato da un mare di folla, oggi i funerali officiati dal vescovo Suetta nell'omelia ricorda di quando si conobbero. Le foto della cerimonia

Basilica gremita: Imperia stretta nell’ultimo saluto a Carlo Carli
31 Luglio 2017 ore 17:01

Funerali di Carlo Carli: officia il vescovo

L’ultimo saluto di Imperia a Carlo Carli

Una città intera stretta intorno alla famiglia del patron dell’Olio Carli, la storica azienda imperiese. Oggi, i funerali di Carlo Carli, scomparso a 99 anni sabato scorso  hanno visto la basilica di san Giovanni Battista gremita di persone accorse a porgergli l’ultimo saluto. Tra gli ospiti illustri il sindaco di Imperia, Carlo Capacci. Un officiante di eccezione ha condotto le esequie, il vescovo della diocesi  Ventimiglia Sanremo Antonio Suetta, accompagnato da Don Antonio rodani, vicario generale della diocesi di Imperia. Ad affiancarlo il parroco titolare don Ruffino. Durante la cerimonia, in onore del passato commilitone Carli, da sempre molto legato al suo passato nell’arma degli Alpini, anche il Coro.

L’omelia

Monsignor Suetta ricorda Carli con nostalgia ” I primi ricordi che ho di lui risalgono a quando ero ancora parroco e lo vedevo in chiesa. Mi ha sempre colpito per la sua bontà. Benchè conservi di lui un fulgido ricordo, resta legato alla sfera terrena, ed oggi, per Carlo, la sfera terrena ha cessato di avere importanza” Sono parole che grondano umana compassione quelle con cui il vescovo ricorda l’amico e che concede al grande “salto nel buio” Carlo è pronto a scontrarsi e confrontarsi con il mistero della morte: ciò richiede molta sofferenza.” Continua il vescovo” La sofferenza del distacco, sia per chi parte, sia per chi resta” Monsignor  Suetta conclude:” Carlo Carli ha fatto molte cose grandi e belle, ha avuto una vita particolarmente risucita”.

Leggi QUI le altre notizie de La Riviera.it

8 foto Sfoglia la gallery
Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei