Cronaca

Furbetti del cartellino: pm chiede prime due condanne in abbreviato

E mentre nei confronti di Di Fazio sono stati riconosciuti tutti gli episodi contestati; nei confronti della Marchi il pm ha chiesto la condanna per tre episodi su cinque, considerando gli altri due giustificati.

Furbetti del cartellino: pm chiede prime due condanne in abbreviato
Cronaca 25 Maggio 2018 ore 15:56

Sono state chieste, stamani, dal pm Alessandro Bogliolo di Imperia, le prime due condanne, in abbreviato, al processo per truffa ai danni dello Stato e utilizzo indebito del badge marcatempo, che vede nei guai quarantadue dipendenti del Comune di Sanremo, finiti sotto inchiesta nell'ottobre del 2015, per l'infedele timbratura dei cartellini.

Il magistrato ha chiesto 1 anno e 8 mesi per Maurizio Di Fazio (operaio, difeso dall'avvocato Alessandro Mager) e 10 mesi per Loretta Marchi (direttrice di Museo, difesa dall'avvocato Giancarlo Giordano).

E mentre nei confronti di Di Fazio sono stati riconosciuti tutti gli episodi contestati; nei confronti della Marchi il pm ha chiesto la condanna per tre episodi su cinque, considerando gli altri due giustificati.

La requisitoria per gli imputati che avevano chiesto di essere processati in abbreviato - Alberto Muraglia (balzato agli onori della cronaca come il vigile in mutande); Patrizia Lanzoni, Sergio Morabito, Luisa Mele, Rosella Fazio e Luigi Angeloni - proseguirà il prossimo 15 giugno, mentre le arringhe difensive sono previste per il mese di ottobre e la sentenza, molto probabilmente, sarà emanata a inizio 2019.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie