Cronaca

I dipendenti della Bennet a favore dell'azienda "Nel momento del bisogno è stata dalla nostra parte"

"Per mesi e mesi a causa della pandemia ci siamo visti chiudere periodicamente molti reparti specie non alimentari eppure questa direzione si è adoperata nonostante le grandi difficoltà del periodo a garantire lavoro a tutti"

I dipendenti della Bennet a favore dell'azienda "Nel momento del bisogno è stata dalla nostra parte"
Cronaca Valli Imperiesi, 20 Luglio 2021 ore 13:52

Dopo la denuncia della commessa Greta Viola, 22 anni, di essere lasciata a casa prima della fine del periodo di prova presso il  Bennet di Pontedassio arriva la reazione dei commessi del supermercato che prendono posizione

"Bennet: nel momento del bisogno è stata dalla nostra parte"

"Con la presente- scrivono i lavorati del supermercato- non desideriamo prendere una posizione sulla dinamica dei fatti ampiamente pubblicati riconducibili ad un periodo di prova non superato. Qui siamo ad imporci con fermezza davanti a certi commenti gratuiti pubblicati sui social a fronte di quanto sopra, che poco avevano a che fare con il fatto in questione. E' inacccettabile- proseguono- che gente che non faccia parte dello staff si permetta di dire falsità. Prima su tutte quella delle raccomandazioni e principalmente che sia un ambiente stile lager o che non vogliamo assumere giovani finalizzati all'indeterminato. Tra noi ci sono tantissimi "Ex giovani apprendisti" che forti di un contratto divenuto a tempo indeterminato hanno messo su casa, sono divenuti padri e madre di famiglia che lavorano qui da anni( siamo sicuri che l'ambiente sia così invivibile?) . Lavoriamo tutti con la certezza di ricevere regolarmente il primo del mese tutte le spettanze possibili immaginabili. E visto che nessuno lo scrive, vorremmo farlo noi: Per mesi e mesi a causa della pandemia ci siamo visti chiudere periodicamente molti reparti specie non alimentari eppure questa direzione si è adoperata nonostante le grandi difficoltà del periodo a garantire lavoro a tutti; con impegno ha spalmato il personale in esubero dei reparti penalizzati nei settori rimasti aperti allo scopo di farci avere lo stipendio con la consueta regolarità nonostante il calo lavorativo fosse inevitabile a causa delle restrizioni agli spostamenti (essendo noi Pontedassio e non Imperia) Quindi alla Bennet succedono cose strane? Sì nel momento del bisogno è stata dalla nostra parte. Nessuno è stato lasciato a casa, nessuno si è visto ridurre lo stipendio aspettando una cassa integrazione come accaduto purtroppo ad amici e parenti. I pro e contro si possono trovare in tutte le realtà ma qua stiamo parlando di un'azienda seria, puntuale e precisa. In conclusione commentare senza vivere le cose è facile ma molto molto superficiale"

Necrologie