Cronaca

IL COMUNE DI PERINALDO METTE ALL'ASTA I PROPRI GIOIELLI... MA QUELLI VERI

IL COMUNE DI PERINALDO METTE ALL'ASTA I PROPRI GIOIELLI... MA QUELLI VERI
Cronaca Ventimiglia, 25 Maggio 2017 ore 14:35

Perinaldo - Il Comune Perinaldo mette i propri gioielli all'asta. E non si tratta del solito modo di dire, utilizzato per indicare quando un ente pubblico svende i propri immobili per fare cassa, perchè di gioielli si tratta. L'appuntamento è per il prossimo 30 maggio, alle 11, presso la sede comunale di via monsignor Rossi (civico, 1). Il materiale qui sotto elencato è oggetto di una donazione effettuata da Margherita Teresa Unia.

La perizia stragiudiziaria per determinarne il valore è stata effettuata dall'orafo sanremese, Enrico Cannoletta. I plichi contenenti l'offerta potranno essere spediti a mezzo di raccomandata, o mediante consegna a mano, e dovranno pervenie, entro le 13.30 del 29 maggio, all'ufficio protocollo del Comune, al seguente indirizzo: Comune di Perinaldo, piazza Monsignor Rossi 1, 18032. Di seguito l'elenco dei preziosi, con il prezzo a base d'asta, che saranno visionabili fino al prossimo 24 maggio, previo appuntamento con il segretario comunale Armanda D'Avanzo (mail: info@perinaldo.org, telefono 0184/672001).

Bracciale in oro giallo 18 carati di 30 grammi di peso, con struttura a moduli e chiusura a cassetta (€ 800,00); bracciale in oro, 18 carati, 89,3 grammi di peso, con moduli in tubo cavo con chiusura a cassetta (€ 2.400,00); orologio "Longines" con cassa e bracciale in oro, 18 carati, 56,2 grammi di peso comprensivo di parti non nobili (€ 830,00); spilla in oro giallo, 18 carati, 8 grammi di peso, con 13 diamanti naturali vecchio taglio (€ 210,00); Orologio Evrette con cassa in oro, 18 carati e cinturino in cuoio, 28,6 grammi di peso, comprensivo di parti non nobili (€ 200,00); catena in oro giallo 18 carati, 10,5 grammi di peso, con pendente raffigurante icona mariana (€ 280,00); anello a scudo in oro giallo, 18 carati, del peso di 13 grammi, decorato con monogrammi T e U (€ 345,00); collana in oro giallo, 18 carati, 9 grammi di peso, decorata con 2 pendenti di cui uno in oro giallo a forma sferica, adorno di cinque quarzi fumè taglio Cabochon (€ 240,00).cadauno di 8 onici incassati in struttura metallica non nobile (€ 30,00); anello rotto in oro bianco, 18 carati, di 4,1 grammi, adorno di pietra colorata artificialmente (€ 40,00); orecchino in oro giallo, 18 carati, di grammi 2,5, a cerchio e con chiusura monachella (€ 65,00); collana in boule d'avorio di 32,2 grammi (€ 15,00); croce in argento 800, adorna di piccola cianite centrale e 18 piccole ematiti di grammi 3,3 (€ 1,50); un orecchino a monachella di grammi 1,1 con struttura fine in oro giallo, 18 carati ed elemento in materiale non pregiato (€ 10,00). Tutta questa merce ha un valore, a base d'asta, di: 5.526,50 euro.

C'è, poi, altra merce "senza alcun valore commerciale" che viene ugualmente battuta all'asta: un pendente raffigurante icona religiosa in metallo non nobile; un orologio da tasca, marca Baltic, in cassa acciaio non funzionante; una spilla di grammi 7,7, con ceramica incassata in struttura metallica non nobile e una spilla con pietra sintetica raffigurante un'aquila in metallo non nobile; coppia di gemelli da camicia decorati con trama floreale, in metallo non nobile: anello in metallo non nobile decorato con metalli egizi: 3 monete da 25 pesatas spagnole fuori corso; 5 monete da 10 lire italiane fuori corso; una moneta da 5 lire italiane fuori corso; una moneta da 25 centesimi francesi fuori corso; una moneta da 50 pesos spagnoli fuori corso; una moneta da 20 centesimi di lire italiane fuori corso e una moneta di pengo ungherese.

 


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie