Cronaca
FOTO e VIDEO

Sanremo: Povia canta "Italia Ciao" a manifestazione contro Green Pass e governo

E' iniziata, verso le 15.30, la manifestazione "Fermiamo il Draghistan", organizzata dal Movimento Imprese Italiane contro il governo Draghi

Sanremo: Povia canta "Italia Ciao" a manifestazione contro Green Pass e governo
Cronaca Sanremo, 22 Gennaio 2022 ore 15:48

In piazza Colombo le Imprese Italiane protestano contro il governo Draghi

 Sulle note di “Italia ciao”, una rivisitazione di “Bella Ciao”, in chiave anti governativa, il cantautore Povia, da Sanremo - dove nel 2006 ha vinto il Festival della Canzone Italiana con il brano "Vorrei avere il becco” - ha partecipato alla manifestazione  "Fermiamo il Draghistan”, che in piazza Colombo, vicino al Teatro Ariston, ha radunato circa duecento persone, contrarie alla politica sanitaria e al Green Pass. Nel testo ci sono riferimento al Ventennio e al “nuovo fuhrer in giacca e cravatta, che ti bacchetta da Bruxelles”.

Povia ha cantato alcuni brani, tra cui “Liberi di scegliere”: “Che è in totale linea con l’articolo 32 della Costituzione - ha detto -. E’ vero che consente una legge sull’obbligo, ma quest’obbligo, poi non c’è. Perché poi firmi tu e il culo ce lo metti solo tu. Se metti un obbligo almeno ti dovresti prendere le responsabilità, poi anche se ci fosse io andrei contro la legge, perché non tutto ciò che è legale è giusto, anche le leggi razziali erano leggi”.

L’evento è stato organizzato dal Movimento Imprese Italiane, in collaborazione con: Rivoluzione Etica e No Green Pass Imperia/Sanremo e sindacato Confael: “L'unico che si è dimostrato davvero a tutela dei propri assistiti e che si è schierato al nostro fianco - afferma l’organizzatore Maurizio Pinto (Movimento Imprese Italiane) -. Insieme per i nostri diritti, per il lavoro, per la libertà, per la verità, contro la discriminazione e l’oppressione”. Prosegue Pinto: “Abbiamo riunito in piazza Colombo tutta la provincia di Imperia per contestare le politiche scellerate e vergognose del governo Draghi, in materia economica, politica, sociale e sanitaria, in un momento in cui stanno affondando definitivamente le attività commerciali e in particolare le piccole e medie imprese”.

Il vero problema, dunque, non è soltanto sanitario

“L'economia italiana è nuovamente al collasso - aggiunge Pinto -. Il turismo ovviamente è il settore più colpito di tutti e i consumi dimostrano che questo Paese non sta ripartendo. Le città sono deserte, i locali compresi bar e ristorante, che inizialmente hanno appoggiato l'utilizzo del green pass, sono vuoti e ora ci troviamo di fronte a più di cinquantamila attività commerciali, che si apprestano a chiudere. Questi gli ultimi dati diramati Fipe e da Confcommercio, che però non è riuscita a tutelare i lavoratori”.

In conclusione: "Non è più un discorso di vaccini o di Covid. Questo che viene definito il 'governo dei migliori', in realtà sta creando danni a tutta la popolazione, seminando odio e causando gravissime discriminazioni e diseguaglianze. Questo clima di terrore, odio e repressione si ripercuote sulla vita sociale dei cittadini. Addirittura con il super green pass, viene meno quel diritto fondamentale che è il diritto al sostentamento. In sostanza il governo Draghi ci ha detto: 'o ti vaccini o sei condannato a morire di fame', perché non puoi più lavorare. Questo noi non lo possiamo accettare, così come le nefandezze fatte da questo governo che vogliamo mandare a casa".

Povia canta Italia Ciao

Intervista Povia

11 foto Sfoglia la gallery

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie