Cronaca

IMPERIA: "MI CREDEVANO MORTO", PIRATA DELLA STRADA INVESTE GUARDIA GIURATA E SCAPPA

IMPERIA: "MI CREDEVANO MORTO", PIRATA DELLA STRADA INVESTE GUARDIA GIURATA E SCAPPA
Cronaca Golfo Dianese, 18 Aprile 2017 ore 13:29

Imperia - Una guardia giurata di 56 anni, in servizio a "La Vigile", Michele Ignomerello, di San Bartolomeo al mare, è rimasta gravemente ferita, domenica notte (16 aprile), dopo essere stata investita da un'auto pirata, all'altezza dell'ex Italcementi, sul lungo argine sinistro di Imperia. Un secondo automobilista, inoltre, sopraggiunto poco dopo, ha fatto cenno di fermarsi, ma è subito ripartito.

L'agente ha riportato contusioni agli arti inferiori e sette fratture facciali, dovute all'impatto con la portiera dell'auto di servizio, una Fiat Panda, contro la quale si è schiantato il pirata della strada, che anziché fermarsi è ripartito a forte velocità. "Probabilmente è scappato, credendomi morto a terra - racconta Ignomerello -. Io avevo lasciato la vettura, con fari accesi e quattro frecce inserite, accanto al cancello dell'ex capannone industriale, per un servizio di controllo. A un certo punto ho visto i fari dell'auto e per fortuna si sono spostato, temendo che potesse venirmi contro". Così è stato il pirata della strada impatta sulla parte anteriore del mezzo, che viene spostato di venti-trenta grandi.

"Con la parte inferiore portiera, sono rimasto ferito alle gambe - ancora Ignomerello - e con quella superiore, al volto. Ad impatto avvenuto sono caduto, svenendo nel giro di pochi secondi. Quando mi sono ripreso, mi sono alzato, ancora sotto choc, e alla vista di un'auto che stava procedendo verso la mia direzione ho fatto cenno di fermarsi". Prosegue la guardia giurata: "A quel punto, l'automobilista ha rallentato, ma subito dopo è ripartito. Dunque, una doppia omissione di soccorso. Domani dovrò recarmi all'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure per essere operato: mi dovranno aprire sotto l'occhio, alzarmi lo zigomo con dei ganci e fissare quest'ultimo con delle viti".

L'agente, alla fine, ha allertato la centrale operativa via radio e un'ambulanza è giunta in suo soccorso. Portato in ospedale è stato medicato e dimesso con prognosi di trenta giorni ed oggi lancia un appello: "Chi ha visto qualcosa, lo prego, di farsi avanti. Contatti la polizia stradale, chiedo soltanto giustizia, verso chi ha avuto il coraggio di lasciare a terra una persona ferita. Tra l'altro indossavo pure la divisa e mi trovavo su una vettura di ordinanza".

Fabrizio Tenerelli

Leggi QUI le altre notizie


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie