Diano Marina

Incompiuta, 93mila euro da spendere per la messa in sicurezza

Finanziamento dello Stato agli enti locali per la messa in sicurezza del territorio

Incompiuta, 93mila euro da spendere per la messa in sicurezza
Cronaca Golfo Dianese, 10 Dicembre 2020 ore 10:08

Nell’ambito dei finanziamenti dello Stato agli enti locali per la messa in sicurezza del territorio, il Comune di Diano Marina ha ottenuto 93.000 euro da destinare alla progettazione per la messa in sicurezza definitiva dell’Incompiuta. “A fine 2019 – spiega Cristiano Za Garibaldi, vice Sindaco di Diano Marina – abbiamo risposto ad un bando del Ministero dell’Interno per candidare la progettazione definitiva della messa in sicurezza definitiva del rischio frana del versante del Capo Berta incombente sull’Incompiuta. È stata inserita questa voce perché il bando era destinato a 3 tipologie distinte tra cui il dissesto idrogeologico. Dal momento in cui abbiamo ricevuto conferma del finanziamento per la progettazione, gli uffici si sono messi al lavoro per mandare a gara entro il previsto e cioè a marzo 2021. Si tratta di un passo importantissimo che ci permetterà di ottenere un progetto che metterà definitivamente in sicurezza idrogeologica l’Incompiuta, che fino ad ora è stata oggetto solamente di opere di mitigazione e contenimento del rischio. È tutt’oggi chiusa per lavori in corso a causa degli ultimi eventi alluvionali che hanno danneggiato il muro di contenimento della strada, mettendo a rischio, oltre alla strada stessa, anche le tubazioni del Roja e di allacciamento al depuratore. Un progetto di questa portata non è mai stato fatto e richiederà un grande sforzo per la ricerca dei fondi per l’esecuzione dei lavori, ma arrivare ad una progettazione definitiva ci consentirà di reperire le molteplici autorizzazioni necessarie e la possibilità di candidare l’opera sui prossimi bandi ministeriali, in modo da consentirne l’attuazione. Di conseguenza, potremo anche mettere definitivamente in sicurezza l’areale in attesa della valorizzazione del sedime con il passaggio della ciclovia tirrenica”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità