Cronaca

IOCULANO PERDE LA BATTAGLIA CONTRO LE POLEMICHE E REVOCA L'ORDINANZA CHE VIETAVA DI CIBARE I MIGRANTI PER STRADA

IOCULANO PERDE LA BATTAGLIA CONTRO LE POLEMICHE E REVOCA L'ORDINANZA CHE VIETAVA DI CIBARE I MIGRANTI PER STRADA
Cronaca Ventimiglia, 23 Aprile 2017 ore 13:47

Ventimiglia - Il sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano (Pd), ha revocato "per motivi umanitari" l'ordinanza numero 129/2016, dello scorso 11 agosto scorso, con cui vietava la somministrazione ai migranti "di alimenti e bevande nelle aree pubbliche da parte di persone non autorizzate".

La decisione del primo cittadino nasce soprattutto dal fatto che il centro di accoglienza del Parco Roja gestito dalla Croce Rossa non è in grado di offrire i pasti "a quanti non sono già ospitati dalla struttura medesima, in quanto ha una capienza momentaneamente limitata al numero di 150 persone e risulta al completo da mercoledì 19 aprile", recita il provvedimento. Ma non è tutto. A detta del sindaco: "Rispetto ai presupposti valutati all'atto dell'adozione dell'ordinanza si è verificato un mutamento della situazione, di fatto non prevedibile al momento della sua adozione e tale da rendere necessaria e contingibile la revisione della medesima".

Secondo Ioculano il divieto che impedisce la somministrazione volontaria da parte di singoli o associazioni operanti sul territorio, dovrà essere rimosso almeno fino alla totale riattivazione del Campo Roja: "Rilevato che tuttavia sul territorio risultano presenti persone prive di tutela e di sostegno alimentare".

Per il sindaco, infine: "appare necessario rimuovere i divieti, almeno momentaneamente e solo per ragioni di carattere umanitario legate alla situazione contingente a prescindere dalla verifica puntuale dei requisiti igienico-sanitari dei pasti preparati, richiamando ciascuno al rispetto delle elementari regole per la predisposizione degli elementi da fornire a terzi, fermo restando l'invito a tutti interessati a transitare attraverso i canali istituzionali della Croce Rossa Italiana e o della Caritas".

Malgrado l'ordinanza fosse stata emessa l'anno scorso, negli ultimi soltanto ha scatenato un mare di polemiche, dopo la segnalazione da parte della polizia di alcuni attivisti francesi che avevano dato da mangiare a dei migranti, per strada.

Fabrizio Tenerelli


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie