La protesta dei ristoratori per le nuove restrizioni

Titolari di bar e locali si sono ritrovati per manifestare

La protesta dei ristoratori per le nuove restrizioni
Imperia, 04 Novembre 2020 ore 11:36

A poche ora dalla firma del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sulle nuove restrizioni che entreranno in vigore da domani e che prevedono la chiusura di bar e ristoratori monta la protesta- pacifica- ad Imperia.

“Come facciamo ad andare avanti così nell’incertezza?”

Un gruppo di ristoratori si è riunita nella centralissima piazza Dante ad Imperia. Stanchi, stufi e delusi.

“Siamo stanchi anche dei colleghi che si lamentano tutti i giorni e poi quando c’è da farsi sentire non sono qua e non è giusto nei confronti di chi ha dei problemi- afferma Federico Zuccheddu, ristorare di Imperia- In questo momento l’attività la sto salvando ma ci sono tanti colleghi che hanno problemi molto più seri. Lo Stato dov’è. Dobbiamo chiudere di nuovo. Da domani siamo chiusi come andiamo avanti? Nell’incertezza fino a quando? Non è fattibile andare avanti nell’incertezza, ci fanno vivere una vita nell’incertezza da marzo. Risposte ce ne sono? E i soldi dove sono? Noi chiudiamo, non abbiamo problema a chiudere ma come andiamo avanti? I dipendenti come li manteniamo? E poi ci sono affitto, bollette, le tasse sono arrivate. Quando chiedono a noi, noi dobbiamo dare e siamo obbligati, oggi in Italia c’è il divieto di manifestare, qui c’è la polizia perché non possiamo manifestare però non possiamo lavorare, però non possiamo dire la nostra, come funzione? Loro comandano e noi zitti. Oggi siamo arrivati allo sfacelo più totale”

Foto

5 foto Sfoglia la gallery

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità