Cronaca
L'UDIENZA IL 25 NOVEMBRE

La vice comandante dei vigili di Ospedaletti dal giudice con l'accusa di peculato

Peculato d'uso è l'accusa contestata alla vice comandante della polizia municipale di Ospedale, Genoveffa (Jenny) D'Agostino

La vice comandante dei vigili di Ospedaletti dal giudice con l'accusa di peculato
Cronaca Sanremo, 09 Novembre 2021 ore 10:47

La vice comandante dei vigili di Ospedaletti è accusata di peculato

Peculato d'uso è l'accusa contestata alla vice comandante della polizia municipale di Ospedale, Genoveffa (Jenny) D'Agostino, che il prossimo 25 novembre, dovrà comparire davanti al gup del tribunale di Imperia, Anna Bonsignorio, per l'udienza preliminare.

La vicenda risale al 26 dicembre del 2018

e secondo l'accusa, sostenuta dal pm Luca Scorza Azzarà, D'Agostino avrebbe utilizzato l'auto di servizio facendosi accompagnare a Sanremo (quindi fuori dalla giurisdizione di competenza) dal proprio sottoposto, il sovrintendente Guido Bonfiglio, per accertarsi di una multa presa dal nipote, in seguito a una violazione del codice della strada accertata dalla polizia provinciale.

Ma non è tutto. Sempre secondo l'accusa, la vice comandante (difesa dall'avvocato Marco Bosio), avrebbe cercato di convincere gli agenti a non togliere la patente al nipote. "Non chiedo riti alternativi, ma discuterò direttamente la richiesta di rinvio a giudizio - dichiara Bosio - per poi seguire il rito ordinario. La mia assistita si è comportata correttamente".

Secondo il legale, si sarebbe soltanto recata dal nipote

per accertarsi dell'accaduto. L'episodio sarebbe avvenuto nella zona a confine tra Ospedaletti e Sanremo, dalle parti di Capo Nero, ma se l'imputata abbia davvero superato i confini della propria giurisdizione resta ancora un fatto da accertare.

"Non ha chiesto nulla - prosegue Bosio - tanto è vero che il nipote ha presentato e vinto il ricorso contro la sanzione". In seguito a quell'episodio il Comune di Ospedaletti avviò anche l'iter per un procedimento disciplinare, ma il legale ha ottenuto la sospensione dello stesso, in attesa della definizione del procedimento penale. In attesa del 25 novembre, il Comune della cittadina delle Rose ha comunicato che si costituirà in giudizio contro la vice comandante, facendo assistere dall'avvocato Riccardo Caracciolo.

In foto l'avvocato Marco Bosio

Necrologie