Cronaca

Lavoro: quasi 800 esodati liguri rientrano nell'ultima salvaguardia, a breve accoglimento delle istanze

Berrino:“La Regioneè sempre stata compatta nel chiedere che nessun esodato ligure dovesse essere escluso dalla salvaguardia”

Lavoro: quasi 800 esodati liguri rientrano nell'ultima salvaguardia, a breve accoglimento delle istanze
Cronaca Golfo Dianese, 15 Settembre 2017 ore 15:20

Lavoro: quasi 800 esodati liguri rientrano nell'ultima salvaguardia, a breve accoglimento delle istanze

“In queste ore, abbiamo appreso che molti degli 800 esodati liguri, rientranti nell’ultima salvaguardia approvata a fine 2016 in legge di Stabilità del governo, stanno ricevendo l’accoglimento delle proprie istanze. Una grande vittoria del modello Liguria, che ha rimediato, almeno in parte, a uno dei danni maggiori provocati dalla scellerata Legge Fornero”. Lo comunica l’assessore regionale alle Politiche attive del Lavoro Gianni Berrino in merito al riconoscimento del diritto ad andare in pensione per 49.500 esodati italiani, rimasti senza lavoro e senza pensione a causa della legge Fornero del 2011, nonostante i contributi versati. “Dopo aver presentato un ordine del giorno approvato all’unanimità in consiglio – ricorda l’assessore Berrino – con il presidente Toti a ottobre 2015 avevamo scritto, prima Regione in Italia, ai ministri Padoan e Poletti, ai presidenti di Camera e Senato e ai membri delle commissioni Lavoro e Bilancio, oltreché ai colleghi della Conferenza Stato-Regioni per chiedere di mantenere gli impegni assunti dal governo nei confronti di coloro che si trovavano ormai da anni in uno stato di indigenza e di assumere ogni modifica al testo della legge di Stabilità. Richiesta, questa, a cui si sono unite altre Regioni e che ha poi portato all’inserimento della settima salvaguardia in legge di Stabilità”. “La Regione – continua l’assessore Berrino – è sempre stata compatta nel chiedere che nessun esodato dovesse essere escluso dalla salvaguardia”.

Leggi QUI le altre notizie de La Riviera.it

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie