Menu
Cerca
Coronavirus

“Liguria prima regione a somministrare vaccini in farmacia”

Entusiasmo del governatore Toti "Siamo partiti per primi e oggi arriviamo primi"

“Liguria prima regione a somministrare vaccini in farmacia”
Cronaca Imperia, 30 Marzo 2021 ore 14:27

“La Liguria è la prima regione in Italia a partire, oggi, con la somministrazione dei vaccini nelle farmacie. Si tratta di un passo avanti ulteriore nella campagna vaccinale, per consentirci, con questa possibilità in più per i cittadini, di arrivare all’obiettivo dei 13mila vaccini somministrati al giorno, fissato dalla struttura commissariale. Un traguardo che, a questo punto, viste le forze in campo, sarà raggiungibile il giorno stesso in cui arriveranno i vaccini”. Lo ha detto il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in occasione dell’avvio del servizio di vaccinazione nelle farmacie di Genova e della Liguria, apripista nazionale.

 

Sono 52 le farmacie interessate

Da oggi in 52 farmacie distribuite su tutto territorio ligure i cittadini con età tra 70 e 79 anni avranno la possibilità di ricevere vaccino Astrazeneca, somministrato esclusivamente su prenotazione, effettuata attraverso il portale web o il numero verde dedicati oltre che nelle farmacie. Si parte oggi con circa 2400 vaccini a settimana in 52 farmacie: a regime, entro alcune settimane, con 150 farmacie coinvolte e le ulteriori consegne dei vaccini dalla struttura commissariale nazionale, si arriverà a 10mila somministrazioni settimanali.

 

“L’azzeccagarbuglismo ci frena”

“Tante volte guardiamo a Israele, agli Stai Uniti e all’Inghilterra e ci chiediamo perché loro camminano così veloci e noi no: camminano così veloci – aggiunge Toti – perché sono in grado di coinvolgere tutte le categorie in un grande sforzo nazionale, mentre in Italia l’azzeccagarbuglismo del nostro Paese molto spesso frena ciò che tutti auspichiamo: noi oggi in Liguria siamo a dire che se si vuole è possibile farlo, grazie alla collaborazione di tante persone e di tanti professionisti, come i titolari delle farmacie e grazie al servizio sanitario regionale. Ringrazio i titolari delle farmacie, con cui il 17 marzo scorso ci siamo seduti al tavolo, molto prima che l’accordo nazionale fosse firmato ieri a Roma, fornendo un quadro che aiuterà anche noi ad allargare ancora di più questo sforzo”.

 

 

“Siamo partiti per primi e oggi arriviamo primi”

Noi siamo partiti prima e oggi arriviamo per primi – sottolinea il governatore – ad aprire punti vaccinali nelle farmacie: credo che essere all’avanguardia in questo senso non ci dia solo una mano risolvere il problema della pandemia e della campagna vaccinale oggi, ma garantirà un presidio strutturale in relazione alla nostra convivenza col Covid negli anni a venire, quando dovremo fare nuove campagne di vaccinazione e richiami, visto che non sappiamo ancora quanto durerà tutto questo. Con oggi in Liguria si struttura una rete territoriale in grado di accompagnare il cittadino. Includere le farmacie a pieno titolo nell’espressione del servizio sanitario che si prende carico del cittadino, quartiere per quartiere, città per città, credo che sia un risultato importante: siamo orgogliosi di essere qui”.

 

Accordo con la sanità privata

Il presidente Toti ha poi ricordato che la Liguria è stata la prima Regione in Italia non solo ad avviare le vaccinazioni nelle farmacie, ma anche “ad aver concluso un accordo con la sanità privata convenzionata: anche oggi apre un nuovo punto vaccinale da 500 vaccini, e che arriverà a 1000 a San Benigno.

7 foto Sfoglia la gallery

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli